Annalisa Minetti: la figlia le darà la possibilità di vedere?

Share

L'intervista a Domenica Live è disponibile sul sito ufficiale Mediaset.

Dopo il primo figlio Fabio, di nove anni, avuto dall'ex marito Gennaro Esposito, e dopo un doloroso aborto naturale, la Minetti aveva perso le speranze riguardo la possibilità di diventare di nuovo mamma.

"È arrivata lei, quando non ci credevamo più".

SERIE A: Juve sfavorita con la Roma, a rischio la festa scudetto
L'obiettivo primario resta la qualificazione alla prossima Champions , ma per tanti altri motivi è giusto ambire al terzo posto. ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi , Manolas , Fazio , Kolarov; Nainngolan, De Rossi , Strootman; Under , El Shaarawy , Dzeko .

La cantante e campionessa paraoilimpica Annalisa Minetti, neo bis-mamma, annuncia che grazie alla figlia Elèna potrebbe presto tornare a vedere. "Ho aspettato tanto a dirlo, non volevamo dirlo a nessuno per paura", ha raccontato la cantante. Prima di scoprire che soffriva di retinite pigmentosa, la cantante ha accusato i sintomi tipici della malattia: perdita graduale della vista e difficoltà a vedere in lontananza, soprattutto in presenza di scarsa illuminazione. Adesso per lei si aprirà la nuova battaglia: vincere la retinite pigmentosa che anni fa le ha portato a perdere completamente la vista. Attraverso il mio dna stiamo cercando di capire quanto progredisce la mia malattia e quanto velocemente peggiora per capire quanto tempo abbiamo ancora.

Annalisa aveva già svelato di aver conservato il cordone ombelicale della bambina e ha spiegato con maggiori dettagli la motivazione della scelta: "Farlo è stata una delle cose più intelligenti che potessi fare, è un dono che Elèna ha fatto a me e che io faccio alla mia famiglia". "Ci sono tantissime speranze per la mia malattia, sono in attesa di fare un'operazione". Le cause sono ancora oggi sconosciute, anche se secondo gli esperti la retinite pigmentosa sarebbe legata di mutazioni genetiche di alcune proteine, che provocano a loro volta un deterioramento dei fotorecettori. Nel cordone infatti sono presenti cellule staminali in grande quantità. La ricerca sulle cellule staminali, infatti, è in continua evoluzione, e non è escluso che un giorno, la patologia che affligge la Minetti agli occhi possa essere curata proprio grazie a queste.

Share