SERIE A: Juve sfavorita con la Roma, a rischio la festa scudetto

Share

Alla vigilia della sfida dell'Olimpico il tecnico giallorosso dice: "La Juventus ha vinto tantissimo per una mentalità interna che ha dato continuità e abitudine".

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainngolan, De Rossi, Strootman; Under, El Shaarawy, Dzeko. Dobbiamo migliorare le prestazioni soprattutto in casa, dove abbiamo perso troppi punti. Si comincia con la Juve che infrange il tabù di campo Testaccio con un 2-3 nel 1930. L'obiettivo primario resta la qualificazione alla prossima Champions, ma per tanti altri motivi è giusto ambire al terzo posto.

La Juventus ha già virtualmente il 34° scudetto cucito sulla maglietta (per alcuni il numero è 36), il 7° consecutivo. In questi anni la Roma è sempre stata dietro, il gap c'è sempre stato, non è che arrivo io con la medicina giusta per risolvere il problema, se vogliamo considerarlo tale. Conta essere primi. Indirettamente si rivolge al predecessore Spalletti che ancora oggi celebra il record degli 87 punti nel 2017 e più esplicitamente al presidente Pallotta che dovrà perfezionare la squadra in estate.

Incendio distrugge una casa: morti madre e figlio
Entrambi non si sono accorti di nulla, e sono morti nel sonno intossicati dal fumo . L'immobile, ora inagibile, sarà posto sotto sequestro .

"Io non faccio campagna acquisti, alleno i giocatori". Il 10 argentino sarebbe messo nelle condizioni di poter fare quello che sa fare meglio, e cioè galleggiare tra le linee giocando spalle alla porta per innescare i movimenti in profondità dei suoi compagni. Lei cosa ha detto alla squadra? Alle 18.00, invece, il Milan tenterà di riprendersi dalla batosta subita in finale di Coppa Italia contro la Juve, anche se in casa dell'Atalanta partono nuovamente sotto nei pronostici: a Bergamo la Dea è favorita a 1.92 contro il 3.85 per i rossoneri, pareggio a 3.45. Ambizione e monito al tempo stesso, come sottolinea nel messaggio a corredo: "Qualificati per la Champions League, ma non c'è niente da festeggiare, solo pensare a lavorare tanto per continuare a migliorare". Noi veniamo da una bella vittoria, speriamo di chiudere il discorso.

E Strootman almeno a parole sembra allontanare un futuro lontano da Trigoria: "Voglio giocare ancora tante partite con la Roma". "La Juve non muore mai, sono sempre sul pezzo e concentrati". La Roma si vendica vincendo lo scudetto 2001 anche con un 2-2 in rimonta a Torino, poi con Totti e Cassano infligge un poker nel 2004 col capitano che mima un gesto, 4-0 e tutti a casa, benzina per nuove polemiche moltiplicate dalla fuga di Capello alla Juve che incapperà in calciopoli, oltre ai veleni tra Moggi e Baldini.

Al termine di questa stagione si sente di pretendere qualcosa in più come obiettivi di mercato? . Ma non per questo i giallorossi scenderanno in campo per limitare i danni: "In Champions abbiamo dimostrato di essere una squadra forte, che merita di stare in alto. Ma sono discorsi che si devono fare nelle sedi opportune.".Meglio allora tornare alla stretta attualità a Roma-Juve.

Share