Inzaghi su De Vrij: "Tempistica sbagliata, ma sono tranquillo perché…"

Share

Abbiamo prima il Crotone, una partita importante, difficile. Ci siamo preparati al meglio per un match che affronteremo in uno stadio pieno di entusiasmo. Con l'entusiasmo della nostra gente ce la stiamo giocando facendo dei record come le vittorie in trasferta e i gol segnati. In questi tre anni, infatti, il centrale olandese si è trovato al meglio nello spogliatoio biancoceleste. "Adesso siamo lì e ce la giocheremo fino alla fine".

"Sono tranquillo per quanto riguarda de Vrij, so che tipo di ragazzo è, so che tipo di professionista è". So che onorerà la maglia per rispetto dei tifosi, della società e soprattutto dei compagni.

Ti ha dato fastidio la notizia del contratto depositato?

"Penso che la cosa era chiara da tempo, probabilmente si è sbagliata la tempistica".

La squadra come sta fisicamente e moralmente?

Inter, Spalletti chiama Florenzi: è in scadenza nel 2019
Un'operazione sicuramente molto complessa, dato il grande amore che lega Florenzi alla "sua" Roma . Su Gazzetta si parla di Florenzi .

Timore di non riuscire a raggiungere un obiettivo che la squadra ha dimostrato di meritare.

Ha lavorato sulla testa dei giocatori per farli stare tranquilli? Abbiamo guardato in casa nostra, abbiamo preparato bene la partita. "Il nostro sogna dista 180 minuti e tireremo fuori tutte le energie necessarie per raggiungerlo".

Scelte. "Radu sta bene, ha recuperato, domani vedremo se partirà dall'inizio". Lukaku no, il dolore al tendine è tornato forte. Gli altri 21 partiranno tutti. "Speriamo di recuperare tutti per la gara con l'Inter, anche se per Luis Alberto i tempi sono stretti". Chi sarà il rigorista? Delicata anche la situazione di Lucas Leiva che, diffidato, rischia di saltare la sfida con l'Inter: "Giocherà. Lulic, Felipe Anderson, Nani, Milinkovic e Leiva possono battere i penalty". Leiva è diffidato al pari di Bastos, penso possa giocare, poi a partita in corso faremo le nostre valutazioni.

"È un'opzione a partita in corso".

"Può fare sia la prima che la seconda punta. Potrà darci una mano, è un'opzione che mi tengo ben in mente". "Il Sassuolo non andrà sicuramente a San Siro per farsi umiliare, avrà la mente libera e non sarà semplice per l'Inter - ha concluso - i neroverdi hanno già centrato la salvezza e si avvicineranno alla gara con spensieratezza". "I nerazzurri dovranno affrontare gli emiliani con le dovute accortezze".

Share