Facebook, Zuckerberg e blockchain: le cose da sapere per gli utenti Video

Share

E Facebook non è indenne dalla febbre che ha coivolto i grandi nomi della finanza, in particolare quelli del settore hitech. Diverso sarà il destino della sezione Facebook App, che andrà a Will Cathcart, fedele collaboratore di Cox già dal 2008. Secondo alcune ipotesi, scartata la possibilità che venga varata una propria criptovaluta (i precedenti Credits, nati nel 2009 per consentire l'acquisto di add-on per i giochini stile Farmville furono cestinati dopo 3 anni, e - di recente - si è proibita la pubblicità proprio delle monete virtuali), prendono quota le ipotesi che si possa usare il "blockchain" o per mettere in sicurezza i dati degli utenti attraverso una struttura decentralizzata che trasferisca a questi ultimi un po' di potere in merito, o per rendere più sicuri i micropagamenti in Messenger (e Marketplace), attraverso l'ideazione di un sistema che, in quanto privo di intermediari, sarebbe anche più economico, per compratori e venditori. Facebook ha confermato a TechCrunch di stare lavorando a questo interessante progetto. "Desidero approfondire e studiare gli aspetti positivi e negativi di questi strumenti e il modo migliore di usarli nei nostri servizi.".

Il team interno dedicato alla blockchain sarà guidato dal responsabile del team di Messenger, David Marcus, che peraltro siede anche nel board di Coinbase, piattaforma di scambio di bitcoin.

Per questo motivo, la società di Menlo Park si è aperta a un esperimento con il database di transazioni, nonostante finora il CEO di Facebook avesse addirittura bandito gli Ads relativi alle criptovalute e alle ICO, alla stregua di altre aziende come Twitter. Anche se Facebook aggiungesse una versione a pagamento, Zuckerberg ha più volte affermato che ci sarà sempre una versione di Facebook gratuita. "Sto mettendo in piedi un piccolo gruppo per capire come sfruttare al meglio la blockchain in Facebook, partendo da zero" ha scritto Marcus in un post sulla sua pagina Facebook.

Elsa Fornero va in pensione. Sulla sua legge: "Era necessaria"
Se la professoressa va in pensione , l'ex ministro resta sulla breccia per difendere la sua creatura dall'assedio dei populisti. Su Radio Capital ha accettato spavaldamente il confronto con il leghista Massimiliano Fedriga proprio sul tema della Riforma .

Sei alla ricerca di segnali di trading che siano profittevoli?

Potenzialmente, Facebook potrebbe percorrere una strada simile e tentare di diventare la preferita tra le varie opzioni di pagamento online per i suoi 2 miliardi di utenti, ma per conoscere la verità dovremo aspettare ulteriori aggiornamenti.

Share