Napoli, l'annuncio di Bianchi: "Sarri andrà via, ma basta manfrine"

Share

NODO PROGETTO - Ed eccolo dunque il nodo su cui Sarri e De Laurentiis sembrano avere più punti di rottura che di contatto.

Rischierebbe di ritrovarsi con una rivoluzione che non è d'ottobre, ma d'agosto, e balneare come tutte le rivoluzioni di De Laurentiis.

L'Inter invece ha avuto il suo classico periodo negativo, ma almeno non ha terminato la stagione con due mesi d'anticipo come in passato. Al fischio finale i 47.000 tifosi del San Paolo hanno continuato a incitare la squadra con cori e applausi e i calciatori, alcuni dei quali tra cui Jorginho commossi, hanno tutti insieme superato i cartellini pubblicitari iniziando un giro di campo dalla curva A e percorrendo lentamente tutta la pista d'atletica per abbracciare i tifosi. La tentazione di restare è forte: "Per forza, sono nato a Bagnoli".

Torreira, il padre scarta Napoli
Lucas Torreira , regista formato mini della Sampdoria e oggetto del desiderio di diversi club italiani, si allontana dal Napoli . Manca ancora molto prima che Lucas definisca il suo futuro .

Bianchi stupito: "Non me l'aspettavo, pensavo fosse l'anno buono". Se tutto questo finisce, io voglio un ricordo per la vita. 50%? Aurelio ogni tanto fa queste esternazioni e vanno prese per quelle che sono, dopo mezz'ora torna quello di prima. Il presidente mi ha concesso un'esperienza straordinaria, gli sarò grato in eterno per questo. "Vediamo l'evoluzione, vediamo ADL e dirette avranno chiara l'evoluzione sui giocatori che prenderemo e quelli con clausola che possono essere esercitate". Se è contento meglio, altrimenti mi dispiace, può andare alla risoluzione anche lui.

"

"Se avessi vinto avrei detto qualcosa."

".

Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri, tra Radio Rai e conferenza stampa, ha espresso altri concetti dopo il pareggio casalingo contro il Torino che ha chiuso definitivamente il campionato: "Mazzarri ha ricordato che per tanti motivi fare più del secondo posto è impossibile? . Noi abbiamo giocato contro la Fiorentina con la morte nel cuore, il contraccolpo c'è stato, direi che lo scudetto l'abbiamo perso in albergo a Firenze". Il rischio c'era anche oggi: abbiamo fatto due errori, ma una buona partita.

Share