Bimbo di otto mesi muore per meningite a Firenze

Share

Firenze - E' morto ieri, nella sala di rianimazione del Meyer dove era stato ricoverato, il piccolo di otto mesi rapito ai suoi cari da una meningite da pneumococco. Tutti sintomi che hanno indotto i medici dell'ospedale fiorentino a confermare immediatamente la diagnosi e ad attuare le opportune terapie rivelatesi inefficaci.

Purtroppo l'immunizzazione non copre tutti i ceppi del virus e le cure dei dottori non sono bastate a salvare il bimbo, che ha sviluppato una sepsi fulminante, ossia una diffusione dei batteri nel sangue con la conseguente compromissione degli organi vitali.

Calciomercato Napoli: Rui Patricio per il dopo Reina, in difesa piace Lenglet
Inglese sarebbe potuto venire, ma avrebbe giocato? Per vincere lo scudetto e per avere un posto in Paradiso, in Europa, devi far girare la rosa e non devi avere incidenti.

La meningite pneumococcica non è contagiosa, diversamente da quella meningococcica che aveva scatenato il panico in Toscana solo poco tempo fa. Per dire, è anche la causa di una semplice otite e non è contagioso, non c'è neanche bisogno di ordinare la profilassi antibiotica per le persone che sono state in contatto con il paziente come invece si fa sempre con chi è stato colpito da meningococco.

Che cos'è esattamente il batterio pneumococco? È successo il 7 maggio - riferisce Il Tirreno - dopo una lotta di 48 ore con la febbre alta e la difficoltà a respirare.

Share