WhatsApp, fastidiosa minaccia sta girando con un nuovo messaggio

Share

Nel testo è presente un pallino nero che, una volta toccato, manderà in tilt WhatsApp, o Messenger, ma solo per qualche istante.

WhatsApp, rischio blocco telefono se vi arriva questa messaggio su Android - WhatsApp sempre al centro di truffe e di problemi. Il dispositivo cerca di reindirizzare il messaggio, ma per via dell'ampio numero di caratteri fa bloccare il cellulare per qualche secondo e successivamente richiede l'arresto forzato della piattaforma con cui si è aperto il messaggio in questione. Premendo sul messaggio (e non necessariamente sul punto nero), si forzerà l'applicazione a decodificare tutti i caratteri nascosti, andando così a incidere pesantemente sulle risorse del dispositivo. Eppure la dicitura del messaggio è effettivamente vera o almeno quello che sta dietro al messaggio (che però non si vede) rende bloccato lo schermo del telefono Android per alcuni secondi senza possibilità alcuna di interagire con lo stesso. Probabilmente i device prodotti dalla casa di cupertino sono più veloci a leggere questa stringa e in ogni caso lo fanno in una maniera asincrona che non causa "disagi" all'utente.

Sampdoria, Ferrero: "Napoli ed Inter su Torreira. Questa ma mia richiesta"
In ogni caso sappiamo come funziona il mercato e ci sono diversi club sul giocatore. Il Napoli , l'Inter e altre squadre, lo vogliono tutti.

E adesso, andate subito a fare gli scherzoni ai vostri amici. Ecco a voi la spiegazione:In poche parole all'interno del messaggio è stato creato un "carattere vuoto", ossia che non contiene alcuna informazione, ma che nello stesso momento occupa esattamente lo stesso spazio che occuperebbero 1.996 caratteri. Da questo si intuisce che il blocco ha una durata variabile da smartphone a smartphone in base al processore utilizzato e alla velocità di lettura e scrittura della RAM. A rischio, tuttavia, sono soltanto gli utenti che usano il sistema Android, mentre quelli che utilizzano iOS sono immuni.

Al momento non esiste una "cura", ma è probabile che Google rilasci molto presto una patch per risolvere la situazione.

Share