L'Ordine dei Medici contro l'omeopatia. "Non ha basi scientifiche, è un placebo"

Share

D'altra parte, tuttavia, non mancano pubblicazioni e vari studi a sostegno delle cure omeopatiche ma a questo riguardo l'Ordine dei Medici sostiene la non esistenza di prove scientifiche concrete né tanto meno di una qualsiasi plausibilità biologica a sostegno della fondatezza delle teorie omeopatiche. Lo precisa una nota a firma di Amiot - Associazione medica italiana di omotossicologia, Apo - Associazione pazienti omeopatici, Coii - Centro omeopatico italiano ippocrate, Fiamo - Federazione italiana associazioni e medici omeopati, Luimo - Associazione per la libera università internazionale di medicina omeopatica "Samuel Hahnemann", Omeomefar - Associazione medici e farmacisti omeopati, Siomi - Società italiana di omeopatia e medicina integrata, Smb - Società medica bioterapica italiana, Siov - Società italiana di omeopatia veterinaria.

Nessuna patologia otterrebbe miglioramenti o guarigioni grazie ai rimedi omeopatici, ma dei successi terapeutici dovuti all'omeopatia potrebbero essere dovuti piuttosto all'effetto placebo, al normale decorso della malattia o all'aspettativa del paziente. È la posizione della Fnomceo (Federazione degli Ordini dei medici) sull'omeopatia in una scheda sul sito 'Dottoremaeveroche', curata da Salvo Di Grazia, autore del sito anti-bufale Medbunker, già noto per le sue posizioni critiche sul tema. Gli unici risultati positivi ed effetti benefici, sarebbero da attribuire all'effetto placebo di questi: questa è la tesi supportata dal Fnomceo, che specifica che l'omeopatia è ricompresa nelle medicine non convenzionali. "I presunti meccanismi di funzionamento dell'omeopatia sono contrari alle leggi della fisica e della chimica".

Quanto alla sicurezza della omeopatia, essendo questa una terapia basata su sostanze in quantità infinitesimali o inesistenti non si registrano rischi di effetti collaterali o pericolosi, ma "sono comunque riportati eventi avversi gravi dovuti a errori di fabbricazione o contaminazione".

Da accusatore ad accusato. Si dimette il procuratore di New York
Senatore dello stato di New York dal 1998 al 2010, Schneiderman era diventato il 65esimo attorney general di New York nel 2011. A chiedere un suo passo indietro è stato anche il governatore dello Stato di New York , Andrew Cuomo , democratico pSure lui.

Chi è pro e chi contro l'omeopatia, ma il dubbio sul perché i medici non si fossero pronunciati in modo deciso sulla questione era incerto per tutti. D'altronde, per legge, un prodotto per essere venduto come omeopatico non deve contenere più di un centesimo della più piccola dose utilizzata nelle medicine prescrivibili, e quindi, per legge, non può essere venduto un prodotto che contenga un dosaggio di principio attivo farmacologicamente efficace.

Fnomceo "sosterrà inoltre le società scientifiche di omeopatia nel chiedere all'Istituto superiore di sanità, ente deputato alla ricerca, ai controlli, all'elaborazione di norme tecniche, di aprire un Tavolo di confronto per la revisione della letteratura scientifica e delle evidenze disponibili in materia", conclude la nota.

Share