Studio italiano: nella tomba di Tutankhamon non ci sono stanze segrete

Share

La diatriba nasceva da uno studio dell'egittologo inglese Nicholas Reeves, che sosteneva che ci fosse una "camera della Regina", riservata a Nefertiti, nella tomba di Tutankhamon.

Sulla tomba di Tutankhamon peraltro ha lavorato di recente un gruppo di ricerca coordinato da Franco Porcelli del Politecnico di Torino e composta da ricercatori dell'Università del capoluogo piemontese, delle aziende Geostudi Astier di Livorno e 3DGeoimaging di Torino. La tomba di Nefertiti non è lì.

Le misure Geo-Radar [VIDEO] sono state cruciali e decisive per appurare che negli interni della tomba sita a Luxor, nella Valle dei Re in Egitto, non esistessero altri vani e passaggi segreti.

Per questa ragione il dottor Mostaf Waziri, Segretario Generale del Consiglio Supremo delle Antichità, assieme ai colleghi del ministero ha commissionato ai ricercatori italiani una terza indagine per sciogliere definitivamente i dubbi.

Roma, tegola per Di Francesco: si ferma Manolas nel riscaldamento
Tuo papà giocava a rugby? "Mio padre, oggi è anche il suo completanno e sarà stato molto contento". Da qui a dire altro non so, ma la partita è andata abbastanza bene e abbiamo vinto.

L'affascinante mistero che fino ad oggi ha riguardato la tomba di Tutankhamon può dirsi definitivamente risolto in seguito ad alcuni studi condotti dagli esperti del Politecnico di Torino e che hanno portato ad una conclusione: non esiste alcuna tomba di Nefertiti.

Il convegno, che si svolge da oggi a lunedì, è la quarta "International Tutankhamun GEM Conference" organizzata annualmente dal Grand Egyptian Museum (Gem), il museo in costruzione vicino alle piramidi che affiancherà quello di piazza Tahrir.

Con questi ultimi controlli effettuati con tre diversi tipi di radar di ultima generazione, dal 31 gennaio al 6 febbraio scorsi, cadono invece tutte le ipotesi dell'archeologo britannico. "Si conclude con un altissimo grado di sicurezza - si legge nel comunicato stampa diffuso dal Ministero delle Antichità - che l'ipotesi relativa all'esistenza di camere o corridoi nascosti adiacenti alla tomba di Tutankhamon non è supportata dai dati del GPR".

Share