Pedofilia, nel 2017 un abuso ogni tre giorni: i dati choc

Share

Il 70,4% degli abusi sono vere e proprie violenze offline, rappresentate per lo più (21,7%) da toccamenti, penetrazione vaginale (8,6%) e costrizione ad assistere ad atti sessuali (4,4%).

Tra le attività della call to action, anche il coinvolgimento di influencers del web, invitati a diffondere sui loro canali social video virali per la campagna #stopagliabusi.

Basta pensare che 1 vittima su 3 tace per paura, per vergogna o senso di colpa e molti denunciano troppo tempo dopo, anche a venti o trent'anni dall'accaduto, aggiunge il testo.

Caffo, responsabile di Telefono Azzurro, ha dichiarato all'Agenzia Vista: "noi ci siamo ma anche istituzioni facciano passo avanti In occasione della giornata contro la Pedofilia il Telefono Azzurro ha organizzato un convegno al Tempio di Adriano a Roma". L'abuso molte volte avviene sia in famiglia sia nella scuola, nelle realtà sportive, nelle comunità religiose. È infatti, proprio da internet che sembra arrivare una minaccia crescente in tema di abuso e pedopornografia.

Labaro, torna dall'Inghilterra per aggredire l'ex moglie del figlio
L'uomo, dopo aver trascorso la notte nella camera di sicurezza della caserma, questa mattina è stato condotto davanti al giudice. Ha picchiato la moglie, l'ha umiliata e l'ha costretta a subire rapporti.

Questi fenomeni, che singolarmente incidono per poco piu' del 6% ciascuno, rappresentano nel complesso il 24,5% degli abusi online e hanno fatto registrare una crescita di circa un punto percentuale in soli 12 mesi. I numeri sono stati ricavati dalle segnalazioni arrivate al servizio Emergenza infanzia 114 e descrivono per il 2017b una situazione non molto diversa dai due anni precedenti.

Una piaga non solo italiana.

In Ue 18 milioni di vittime, cresce rischio sul Web In Europa quasi 18 milioni di bambini, segnala il Telefono Azzurro, sono risultati vittime di abuso sessuale. Online ogni 7 minuti una pagina web mostra immagini di bambini abusati sessualmente. Nel 40% dei casi l'abusante è conosciuto online. Ma se si tratta di dati già drammatici, sono lo specchio di un quadro fortemente sottostimato. In una ricerca inglese, il 29% dei soggetti intervistati riferiva di aver subito molestie sessuali, sia di tipo fisico che verbale. È giusto ricordarli oggi 5 maggio nella Giornata nazionale per la lotta alla pedofilia e alla pedopornografia perché bisogna avere cognizione di quanto questo fenomeno aberrante sia diffuso.

Il servizio offre assistenza psicologica e consulenza psico-pedagogica, legale e sociologica in situazioni di disagio che possono nuocere allo sviluppo psico-fisico di bambini e adolescenti e può comportare l'attivazione di una rete dei servizi del territorio utili a sostenere le vittime delle emergenze.

Share