Honor 10 è stato presentato in Cina: caratteristiche e prezzi

Share

Si tratta, nello specifico, di Honor 10, che mutua in modo tutt'altro che velato gran parte del lavoro orchestrato da Huawei con la gamma P20, impreziosito per l'occasione da un prezzo di listino sensibilmente più basso e, per i più affezionati, dalla conferma del jack audio da 3.5 millimetri.

Sempre nel frontale ma in basso, onde non interrompere il design continuo tra bordo e inizio del display, lo scanner per le impronte è stato occultato sotto la lunetta inferiore, con un meccanismo di funzionamento ad ultrasuoni.

Avremo maggiori informazioni sul prezzo di vendita in Europa (Italia) del nuovo dispositivo solo verso il mese di maggio, dato che la commercializzazione internazionale come già detto inizierà a partire dalla seconda metà di quel mese. Proprio quest'ultima facciata è sostanzialmente indistinguibile da Huawei P20, dal quale eredita una costruzione caratterizzata dall'apprezzato mix di metallo e vetro.

"La scocca è simile a quella dell'Honor 9, corpo in alluminio con doppio sandwitch di vetro a protezione di retro e display, lo schermo è da 5,84" IPS Full HD+ (1.080 x 2.280 pixel, 19:9) e c'è come sul P20 il famigerato "notch", che può essere nascosto tramite l'apposita opzione. Il sistema operativo installato è Android 8.1 Oreo personalizzato con l'interfaccia EMUI 8.1. C'è anche un DAC a 32 bit grazie al chip AK4376A. L'obiettivo di Honor è evidentissimo: garantire una esperienza audio ragguardevolissima.

Osservasalute: triste dato per il Sud, dati negativi per la Campania
I numeri sono impietosi: in Campania si registra un +28% di mortalità per malattie rispetto alla media nazionale del 2,3%. Eccezione è la Puglia dove, invece, il tasso di mortalità è nella media nazionale.

Lo storage (eMMC 5.1), invece, è previsto in due tagli differenti, che impattano sulla prezzistica finale: optando per 64 GB si spendono circa 333 euro (ricavati dai prezzi cinesi) mentre, scegliendo 128 GB, la spesa sale a pressappoco 385 euro. Il fingerprint farà anche da tasto home, accorgimento quest'ultimo accoppiato a stretto gomito con delle gesture di navigazione (ad esempio, passare da una schermata all'altra, oppure richiamare il multitasking).

Sulla parte posteriore è stata integrata una dual-cam, con sensore principale da 16 MP RGB abbinato a uno secondario da 24 MP monocromatico, entrambi con obiettivi f/1.8.

Tornando a parlare del misterioso evento del 15 maggio, è stato chiarito che a Londra sarà presentato effettivamente il nuovo honor. A muovere il device ci pensa il processore di casa Kirin 970 che dunque inserisce l'Intelligenza Artificiale anche nel nuovo Honor 10 dopo averlo fatto sulla serie P20 e su Mate 10 Pro di Huawei. Ovviamente sarà di alto livello anche la fotocamera con una doppia cam posteriore da 24 MPx+16MPx.

Share