Italia, Istat: fatturato febbraio 0,5% su mese, ordini -0,6% su mese

Share

Il fatturato dell'industria torna a crescere a febbraio, recuperando solo parzialmente quanto perso nel mese precedente e posizionandosi al livello di novembre 2017 in termini destagionalizzati.

Nel mese di febbraio l'indice destagionalizzato degli ordini all'industria è sceso dello 0,6% su mese rispetto al -4,6% (rivisto) di gennaio, rende noto Istat.

A comunicarlo in data odierna è stato l'Istituto Nazionale di Statistica precisando che, su base mensile, ed al lordo dei tabacchi, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività ha fatto registrare un aumento pari allo 0,3%. L'andamento congiunturale del fatturato a febbraio è trainato da un incremento sul mercato interno (+0,8%), mentre una lieve flessione si registra su quello estero (-0,1%).

Fmi alza stime Pil Italia 2018: +1,5%
Quindi l'Italia accelera nel 2018 ma resta fanalino di coda di Eurolandia, che sperimenta tassi di crescita più alti. In Eurolandia la disoccupazione è attesa scendere dal 9,1% del 2017 all'8,4% di quest'anno e all'8,1% del 2019.

"A febbraio 2018 - continua l'Istat - la crescita tendenziale dell'export (+3,9%) è dovuta esclusivamente all'area Ue (+6,9%), mentre i paesi extra Ue sono stazionari (+0,0%)".

Per il fatturato l'incremento tendenziale più rilevante si registra nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+9,2%), la maggiore diminuzione riguarda invece le industrie tessili e abbigliamento (-4,6%). L'incremento maggiore si registra nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+10,8%); l'unica diminuzione si osserva nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-12,9%). Rispetto a febbraio 2017 c'è un incremento del 3,4% nei dati corretti per gli effetti di calendario (+3,5% nei dati grezzi). La recente dinamica si colloca in un contesto di espansione iniziata nel secondo semestre del 2016. "L'andamento rimane positivo anche in volume", spiega Istat.

Share