Formula 1 Cina, spettacolo rosso: pole di Vettel, 2° Raikkonen

Share

Per il pilota tedesco si tratta della pole numero 52 in carriera. Verstappen (Red Bull) 0 " 701; 6. Nella top ten seguono Nico Hulkenberg (Renault) e Sergio Perez (Force India) in quarta fila e Carlos Sainz (Renault) e Romain Grosjean (Haas) in quinta. Ancora, dopo il Bahrain. Si libererebbe infatti un posto alla Red Bull che potrebbe essere occupato da Bottas. Di sicuro ci sono cose che possiamo migliorare sempre, ma questo vale per qualsiasi cosa nella vita. Vettel ritiene sia stato fondamentale riuscire a centrare la giusta finestra di utilizzo della gomme oltre ad aver trovato un giusto assetto:"Il freddo per i piloti non è così male per noi piloti, non è un problema, ma può esserlo per le gomme, perché devi trovare la giusta finestra d'utilizzo delle gomme, ma anche un assetto adeguato".

Un altro dato fondamentale, oseremmo dire storico, da analizzare è il sorpasso a livello prestazionale della Ferrari nei confronti della Mercedes. Per vincere dovremo essere veloci e vedere come si svilupperà la gara. Se saremo in grado di lottare con la Mercedes per la pole? Come in Bahrain, anche a Shanghai - sede del terzo Gp della stagione - sono le Rosse a fare la voce grossa in qualifica. Ma lo Shanghai International Circuit (modellato sull'ideogramma cinese Shang, che significa "puntare verso l'alto") ha anche uno dei rettilinei più lunghi di questo mondiale, con i suoi 1.200 metri, per cui saranno parametri importanti anche la velocità massima e l'utilizzo del DRS.

Totti, frecciata a Spalletti: "Panchina? Gli ultimi due anni avevo il cuscinetto"
Quanti sacrifici hai fatto per arrivare dove sei arrivato? " Alla loro età bisogna accantonare tante cose, come ho fatto io . Parlando poi del suo recente passato da calciatore, Totti ha detto: "Ho sempre voluto fare questo perché non so fare altro".

E a guardare avanti è anche il campione del mondo Hamilton che già dalla Cina spera di invertire la tendenza rispetto alle ultime due gare: "Quella di Shangai è sempre stata una buona pista, spero davvero di poter risalire e tornare nelle posizioni per le quali abbiamo lavorato nelle ultime due gare". Le Frecce d'Argento puntano più quindi su una strategia per la gara. Risposte a parte è chiaro che negli ultimi due appuntamenti il team anglo tedesco ha dovuto optare per dei compromessi dettati da una coperta ancora troppo corta che riguarda la gestione degli pneumatici. Sesto Hamilton in questa prima frazione. Ad ogni modo, quando la macchina è veloce e funziona, acquisisci più fiducia e questo aiuta. Gomme che dovrebbe adattarsi piuttosto bene alle temperature più elevate previste per la gara visto che hanno una finestra di funzionamento compresa tra i 110°C e i 140°C.

E' dolce la colazione italiana: la lotta per la pole si risolve in un braccio di ferro tra i due piloti di Maranello che si risolve a vantaggio di Sebastian Vettel per soli 87 millesimi, tutti guadagnati nell'ultimo settore, dalla staccata del lungo rettifilo al passaggio sul traguardo, due curve e un rettilineo e mezzo. "Vedremo come va, ma credo che saremo molto vicini".

Share