Bambino cinese nasce quattro anni dopo la morte dei genitori

Share

La coppia è scomparsa cinque giorni prima del trapianto di uno dei quattro embrioni fatti congelare dalla donna con l'intenzione di tentare la strada della fecondazione in vitro per diventare madre. La custodia del piccolo è stata quindi concessa ai suoi parenti più prossimi, che però hanno deciso di non raccontare a Tiantian della tragica fine dei suoi genitori naturali, almeno fino a quando non sarà adulto: fino ad allora gli verrà detto che mamma e papà sono partiti per un lungo viaggio all'estero.

Le probabili formazioni di Fiorentina-SPAL - Torna Chiesa, Cionek ce la fa
Quel giorno a Salsomaggiore, però, la fortuna voltò le spalle ai viola e la SPAL mise in bacheca il prezioso titolo. "Non ho dubbio che domani giocheremo da squadra seria e proveremo a portare a casa i tre punti".

Dopo la loro morte, quasi per avere una testimonianza della loro esperienza di vita, i rispettivi genitori - nonni del bambino appena nato - hanno richiesto con forza alle autorità competenti di portare avanti il progetto originale dei figli. Shen Jie e Liu Xi, genitori del bambino, sono morti in un incidente stradale nel marzo del 2013. Il passaggio successivo è avvenuto in Laos, dove la maternità surrogata è legale: l'embrione è stato impiantato in una donna che - appunto - a dicembre ha dato alla luce il bambino. I problemi per i neo nonni sono proseguiti anche dopo la nascita del piccolo perché i nonni si sono dovuti sottoporre al test del Dna per dimostrare che Tiantian è davvero loro nipote. In quel momento per i nonni è iniziato un nuovo calvario giudiziario. La lotta alla povertà educativa trova un esempio nel Rione Sanità, uno dei quartieri dove si concentrano le attività di Pianoterra, con un "Punto Luce": un centro socio- educativo per bambini e adolescenti dai 6 ai 16 anni e per i loro genitori.

Share