Morto Milos Forman, vinse due Oscar grazie a "Amadeus" e Jack Nicholson

Share

Il regista di origine ceca Milos Forman è morto a 86 anni dopo una breve malattia. Il regista balzò alle cronache soprattutto nella seconda metà degli anni 70.

Sono numerosi i successi di pubblico e di critica ottenuti nella lunga carriera di Forman, che si aggiudicò il Golden Globe anche con Larry Flint - Oltre lo scandalo, con cui vinse l'Orso d'oro a Berlino nel 1997. Lo riferiscono i media cechi, era nato a Caslav nell'attuale Repubblica ceca nel 1932.

Fca, i numeri di Jeep cosigliano Manley per il dopo Marchionne
A dirlo è l'amministratore delegato di Fca Sergio Marchionne , parlando della sua successione all'assemblea degli azionisti. Si tratta del totonomine sul successore di Sergio Marchionne al timone del gruppo Fiat Chrysler.

Milos Forman divenne cittadino americano dal 1975. I suoi genitori, infatti, furono deportati e uccisi dai nazisti nel campo di concentramento di Auschwitz mentre lui riusci a salvarsi miracolosamente dallo stesso destino. Tre anni dopo, in seguito alla Primavera di Praga, lasciò il suo Paese per emigrare negli Stati Uniti, contaminando il suo cinema europeo con lo stile hollywoodiano che imparò a conoscere sempre meglio. Qui creò alcune pellicole diventate un cult per la lotta contro ogni sistema di potere, rappresentato in primis dal mondo capitalista. Qualcuno volo sul nido del cuculo vinse cinque Oscar, compresi quelli per il miglior film e per la regia, e nel 1985 Amadeus (1984) ne ottenne addirittura nove. La sua ultima pellicola intitolata "Les bien-aimés" con Chiara Mastroianni e Catherine Deneuve fu scelta come film di chiusura del 64esimo Festival di Cannes.

Share