Di Maio: impossibile governo con M5S e Forza Italia

Share

Noi siamo pronti. Certo, ci sono due veti contrapposti di M5S e Forza Italia, ma io chiedo a tutti di essere responsabili.

Nessuno ha realmente ascoltato l'appello del presidente della Repubblica. E che ricorda l'analogo attacco fatto ai 5 Stelle in occasione delle prime consultazioni.

"Ribadiamo: mai un governo con Berlusconi e Fi".

Per questo adesso tutti gli occhi sono puntati sul vertice di Centrodestra che si svolge all'ora di pranzo e che dovrebbe servire per definire una linea comune da portare al presidente Mattarella. Così facendo dice due cose: "o vuole un governissimo, ipotesi alla quale siamo contrari, o vuole tornare al voto, ipotesi che scongiuriamo ma di cui non abbiamo paura". "Speriamo che non sia così per il bene dell'Italia, che deve essere per tutti, come lo è per noi, il valore più grande". Ma per farlo ha bisogno di un governo. Dopo il Gruppo per le Autonomie è stato il turno del Gruppo Misto.

"Chi ha avuto più voti ha il diritto e persino la responsabilità e il dovere di provare a costruire una maggioranza parlamentare e di governo". "In questo modo consegni ai grillini un assist", gli ha detto La Russa. "Nell'immediato, abbiamo accennato alla questione siriana". Lo proponiamo agli alleati del centrodestra e ai soggetti civici. I cui rapporti poi sono stati tradotti da Di Maio, davanti alla stampa, nella formula di una "sinergia istituzionale".

Real, Illgner: 'Rimonta Juve? Un errore di Zidane'
Zinedine Zidane in conferenza stampa si infuria quando gli chiedono di Real-Juve: "È normale che la gente parli, non fa niente. Le parole di Buffon : "Buffon ha detto quelle cose in un momento di concitazione.

Nella giornata di giovedì 12 aprile è iniziato il nuovo giro di consultazioni al Quirinale in vista della formazione di un nuovo esecutivo. "La legge elettorale - sostiene - prevedeva coalizioni per potersi candidare a governare il Paese".

La pagina Facebook nasce anche per ribadire la presenza della Lega, ed evidenziare l'attività del coordinatore regionale regionale del partito, Domenico Furgiuele, neo eletto alla Camera dei Deputati, e l'impegno manifestato costantemente su tutto il territorio con la conseguente attenzione politica per raccogliere le rivendicazioni che vengono espresse dalle diverse comunità appartenenti al comprensorio dell'area centrale della Calabria. Il problema, per Salvini, è il Movimento 5 Stelle, con i suoi veti che puntano a dividere il centrodestra.

"Al presidente Mattarella abbiamo ribadito la nostra posizione: bisogna uscire dai personalismi e cominciare a trattare i temi più urgenti del Paese: la tutela del lavoro e la lotta alla povertà, il welfare e i diritti civili".

Poche ore dopo la conclusione del secondo giro di consultazioni, nel corso della trasmissione Otto e mezzo in onda su La7 si sono confrontati i giornalisti Travaglio (Il Fatto Quotidiano), Mieli (ex direttore del Corriere della Sera) e Sallusti (Il Giornale). Le attese dei nostri concittadini, i contrasti nel commercio internazionale, le scadenze importanti e imminenti nell'Unione Europea, l'acuirsi delle tensioni internazionali in aree non lontano dall'Italia richiedono con urgenza che si sviluppi e si concluda positivamente un confronto tra i partiti, per raggiungere l'obiettivo di avere un governo nella pienezza delle sue funzioni.

Share