Di Battista: "Berlusconi male assoluto per il Paese"

Share

"Io considero Berlusconi e ancor di più il berlusconismo con tutte le sue manifestazioni successive (il renzismo ne è una delle tante) il male assoluto".

Lo ha affermato, fra l'altro, Alessandro Di Battista parlando a Rainews24 " Noi - ha aggiunto Di Battista- ora vogliamo andare al governo per cambiare finalmente questo Paese.

L'esponente 5 Stelle domanda quindi: "Come può un uomo come Silvio Berlusconi dettare ancora legge?" Del resto che l'ex Cavaliere stia facendo di tutto per scongiurare un governo Salvini-Di Maio senza Forza Italia e Fdi è chiaro a tutti.

Serie B: il Parma sbatte sul Cittadella, al "Tardini" termina 0-0
Inutile recriminare per le assenze ma sarebbe stato un altro campionato con tutti gli effettivi d'attacco a disposizione . Chi si deve salvare fa più punti nel ritorno, quelle sfide vanno affrontate come gli scontri diretti.

E nella giornata di oggi non si è fatta attendere la controreplica di Silvio Berlusconi che, protagonista a Termoli nel suo tour elettorale in vista delle elezioni in Molise, sembra aver messo la pietra tombale su qualsiasi possibilità che Forza Italia si faccia da parte per favorire quel "governo del cambiamento" che Di Maio invocava assieme alla Lega.

Ha invitato poi, in conclusione, varie forze politiche a chiudere col berlusconismo: "Oggi la condizione necessaria per tirare su il nostro Paese sia far fuori, definitivamente, il berlusconismo".

Un livore di famiglia quello di Di Battista, che fa eco alle parole del padre, pronunciate qualche giorno fa in occasione delle prime consultazioni con il Capo dello Stato. Apriti cielo: a stretto giro di posta era arrivata la replica dei Cinque Stelle che avevano chiesto a Forza Italia un "passo di lato" per far nascere il nuovo esecutivo. Per Di Battista "Berlusconi ha contaminato la finanza, la politica, lo sport. Indignato a giorni alterni", conclude. Immerso nella sua palude dell'odio dove sguazza senza vergogna, l'ex deputato grillino sparge schizzi di fango a beneficio di chi vive e si nutre di rancore. "Proviamo una pena infinita per il livello infimo toccato da Di Battista", dicono. "Mi date una foto segnaletica e io forse lo riconosco, perché è un condannato incandidabile e ineleggibile, condannato per frode fiscale, finanziatore di quelli che hanno fatto saltare in aria Falcone e Borsellino". Chiude Mara Carfagna: "Di Battista è un barile pieno di veleno, di odio, di insulti".

Share