Xiaomi Mi 6X, certa la presenza dello Snapdragon 660: emergono ulteriori dettagli

Share

La notizia tanto attesa guadagna finalmente tutti i crismi dell'ufficialità.

Xiaomi Black Shark, il primo smartphone gaming dell'azienda cinese, è stato appena presentato. Ad incominciare da Razer Phone - per inciso il primo terminale ad aver fatto da apripista ad una tale strategia mobile - e sino ad approdare a Nubia Red Devil, altro smartphone da gaming cinese che sarà annunciato il 19 aprile prossimo.

Una delle caratteristiche più interessanti di questo prodotto è sicuramente la presenza di un sistema di raffreddamento a liquido, che permette di far diminuire la temperatura del processore di almeno 8 gradi quando lo smartphone è in uso e sotto sforzo.

Coni, Malagò: "Olimpiadi 2026? Candidatura senza governo sarebbe irresponsabile"
E' un ipotesi che non voglio nemmeno prendere in considerazione. "I segnali sono quelli che si cercherà di tutto per fare un governo".

A seconda della configurazione scelta, la memoria RAM è di 6 o 8 GB e lo storage interno è da 128 GB di tipo UFS 2.1, senza slot micro SD. Il comparto fotografico può contare su due sensori sul retro (12MP / 1.25um pixel size, PDAF e 20MP / 1.0um pixel size, PDAF) e un singolo sensore frontale (20MP / 1.0um pixel size).

Il design di questo smartphone è chiaramente legato al mondo gaming e non poteva essere diversamente. La parte posteriore è infatti impreziosita da tagli ed inserti di colore verde, mentre apprezzabile è il collocamento a forma di X per le bande di antenne, soluzione quest'ultima sia estetica che - tiene a precisare Xiaomi - anche e soprattutto funzionale, così da assicurare la massima qualità di ricezione/trasmissione sia tenendo lo smartphone in orizzontale che in verticale. La scocca misura 161.6 x 75.4 x 9.35 millimetri con un peso di 190 grammi ed è realizzata in metallo, per una migliore dispersione del calore.

È presente anche una modalità apposita per offrire maggiori prestazioni e un'esperienza di gioco più coinvolgente. L'obiettivo è evidentissimo: mantenere gli interni dello smartphone, principalmente il processore, al fresco, così da non impattare nelle prestazioni e, soprattutto, nell'autonomia complessiva, comunque ragguardevole a fronte di una unità batteria da ben 4.000mAh. La batteria arriva a 4.000 mAh, e gode della ricarica rapida Quick Charge 3.0, mentre il sistema operativo Android Oreo 8.1 è personalizzata con l'interfaccia JOY UI, moddata dalla più nota MIUI.

Share