World Press Photo of the Year 2018 al venezuelano Ronaldo Schemidt

Share

Il World Press Photo sceglie lo scatto dell'anno Un ragazzo venezuelano avvolto dalle fiamme da cui cerca di scappare. Una maschera antifumo e antigas sul viso, una t-shirt bianca e sullo sfondo un muro di mattoni rossi con la piccola scritta nera "Paz" (Pace) "sparata" su quello stesso muro da una pistola. L'annuncio ieri sera nella cerimonia svoltasi ad Amsterdam: il premio del più importante concorso di fotogiornalismo al mondo, organizzato dall'omonima fondazione olandese dal 1955, è andato a una fotografia realizzata per l'Agence France-Presse. "Mi ha dato subito molte emozioni", ha detto Magdalena Herrera, che ha presieduto la giuria.

La foto vincitrice quest'anno del titolo di World Press Photo of the Year 2018 è quella del fotografo venezuelano Ronaldo Schemidt, che ritrae il giovane di ventotto anni Víctor Salazar Balza avvolto dalle fiamme, dopo che era stato investito dall'esplosione del serbatoio di una motocicletta durante i violenti scontri seguiti alle manifestazioni a Caracas contro il presidente venezuelano Nicolás Maduro.

L'ex giudice Ayala ferito in un incidente: "Travolto in moto da un'auto"
A raccontarlo è stato proprio Ayala ai medici dell'ospedale di Villa Sofia dove è stato trasferito in codice rosso. L'ex magistrato era all'ingresso di piazza Leoni e stava per immettersi su viale Diana in direzione Mondello .

La foto - che si è aggiudicata anche il primo posto nella categoria Spot News - è stato selezionato tra le sei finaliste annunciate il 14 febbraio scorso.

Cinque gli italiani in gara nelle diverse categorie, Giulio Di Sturco, Luca Locatelli, Francesco Pistilli, Fausto Podavini e Alessio Mamo.

Share