Governo: nuova opera di street art a due passi dal Quirinale

Share

È il terzo graffito che compare sulle mura capitoline in poco tempo. Il quadro rappresenta una truffa. Nel murales i volti anonimi utilizzati dal Caravaggio prendono la forma di quelli di Berlusconi, Salvini e Di Maio alle prese in queste ore nel tentativo di districare i veti e i contro veti politici che bloccano la formazione di un governo per il Paese. Un anziano ingenuo sta giocando a carte con un suo oppositore il quale in complotto con un suo avversario trucca il gioco della politica.

Un quadro con tanto di cornice, in stile caravaggesco col titolo 'I bari', che ritrae Luigi Di Maio, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi in abiti d'epoca, intenti a giocare a carte, e con accanto la firma 'Sirante' e un cartellino in stile museale con il titolo e la descrizione. "Questa scena, così teatrale, descrittiva e realistica contiene un monito morale, una condanna del malcostume, in particolare delle strategie dei politici".

Clamoroso Buffon: 'L'arbitro è un animale'
La squadra a Torino ha fatto bene per 60 minuti e non avevamo segnato, prendendo due gol che oggi non abbiamo preso. Il saluto all'arbitro? Per cortesia si saluta prima e dopo la gara è così ha fatto Marotta.

L'opera è comparsa in via de' Lucchesi, a pochi passi dalla sede dell'agenzia Ansa, ed è una rivisitazione del quadro di Caravaggio "I bari". Come già successo per le due precedenti, anche la nuova opera è stato immediatamente rimossa dai carabinieri che hanno allertato l'Ufficio decoro del Comune.

La stampa, firmata 'Sirante', e' stata scoperta di Carabinieri di piazza Venezia che hanno inviato un'informativa in Procura. Magari suscitando l'ammirazione dei tanti elettori sempre più disillusi e stanchi dei giochi di palazzo.

Share