Fca, i numeri di Jeep cosigliano Manley per il dopo Marchionne

Share

"Siamo un costruttore di auto degno di rispetto". "Fidatevi". A dirlo è l'amministratore delegato di Fca Sergio Marchionne, parlando della sua successione all'assemblea degli azionisti. Per questo, insiste, Exor è un buon investimento. E hanno fatto registrare una performance del 50% migliore rispetto a quella delle società che esse posseggono. "Il consiglio di Cnh sceglierà un nuovo amministratore delegato in sostituzione di Rich Tobin, che ha gestito efficacemente la società in una fase di recessione del mercato agricolo. Il miglioramento in termini di redditività e di generazione di cassa è il risultato della decisione di uscire dal mercato delle auto mass market, per privilegiare pickup e suv nel Nord America, e di investire in Maserati, uno dei nostri marchi premium". Gli obiettivi 2018 fissati quattro anni fa dal piano industriale "sembravano irraggiungibili ma, avvicinandoci, sembrano sempre più fattibili". Si tratta del totonomine sul successore di Sergio Marchionne al timone del gruppo Fiat Chrysler.

Elkann sottolinea come la società controllata abbia registrato un andamento positivo (250 milioni di utile netto) nonostante per il settore riassicurativo il 2017 uno tra gli anni più onerosi in termini di perdite coperte da assicurazione a causa dell'elevata frequenza e gravità degli eventi in America (gli uragani Harvey, Irma e Maria oltre a due incendi in California).

Dopo l'analisi dei vari investimenti, Elkann è passato alla Juventus: "Infine, ma non per importanza, vorrei parlare della Juventus, che ha vissuto l'anno più significativo della sua storia: conquistando il sesto scudetto consecutivo, ha superato la più grande Juventus di tutti i tempi, che nel quinquennio degli anni 30 ne vinse cinque di seguito - le parole di Elkann -".

Isola dei Famosi, il fuorionda di Francesca Cipriani: "La odio…"
Secondo Eva, Bianca durante la prima settimana sull'Isola , si è avvicinata tantissimo a Nino . "Basta. Basta, devi smetterla di piangere ", aveva detto la donna a sua figlia.

A questi, sulla base di una ricostruzione de Il Giornale, ci sarebbe anche un dirigente un tempo in fortissima ascesa all'interno del gruppo Fiat prima di uscirne per passare in Volkswagen. Ed è merito anche dei suoi valori, una cultura che il Presidente Andrea Agnelli ha temprato nel corso degli ultimi 10 anni, esortando tutti quanti, uno ad uno, a andare avanti 'Fino alla Fine!'.

"Rimaniamo fiduciosi che la Juventus continuerà a dare soddisfazioni sul piano sportivo e finanziario, e siamo molto felici di continuare questa relazione che ci lega da quasi un secolo, la più duratura che esista al mondo tra una famiglia e una squadra sportiva", conclude Elkann.

Share