Roma, Monchi: "Sarà una notte importante per la Roma"

Share

"Quattro. Sono andato a letto alle 3 e mi sono svegliato alle 7 per andare in palestra".

"Ancora non lo so perché non ho potuto rispondere a tutto, ma più di 300 sicuro". Quando hai capito potesse succedere? "La Roma non è la migliore squadra del mondo, ma è una squadra dura da affrontare". Significa che la Roma è stata superiore. "Ieri ho parlato con tante radio spagnole che mi hanno chiamato e ho detto che in 180 minuti la Roma ha meritato questa qualificazione, ieri siamo stati superiori ma anche a Barcellona non era giusta, troppa punizione per quello che si era visto in campo".

Hai compreso bene la nostra passione e la nostra voglia di vincere?

"Ieri sono stato forse l'ultimo a uscire dallo stadio e ho cominciato a capire".

Che cosa ne pensi del sistema di gioco? Nel corso di un diretta Twitter dall'account della AS Roma, il Ds Monchi ha commentato la straordinaria impresa fatta dai ragazzi ieri sera, esaltando il tecnico Di Francesco: "La vittoria è sua". Il mister ha deciso di cambiare qualcosa e ha dato fiducia a Schick. Lui era convinto, e questo fanno gli allenatori, devono prendere decisioni diverse da quelle che possono pensare gli altri. Noi non abbiamo la capacità di decidere chi gioca. La squadra del prossimo anno? Serve il lavoro sul mercato, non solo i soldi.

DZEKO: "Mai visto il Barcellona così in difficoltà. Possiamo giocarcela con tutti"
"Non è stato facile - ha dichiarato Dzeko -, ma sono rimasto qui e sono felice come penso lo sia pure la società". Molti attaccanti che nel nostro campionato fanno i fenomeni, in Europa spesso si sciolgono come neve al sole.

Siviglia in semifinale?"Preferirei trovarlo perché significherebbe che ha passato il turno, anche se potendo scegliere preferirei in finale. Non ci penso però, trovare una squadra più forte del Barcellona mi sembra complicato..." "E' stata una notte magica".

Cosa hai pensato quando l'arbitro ha dato rigore? Un secco 3-0 che vale le semifinali di Champions League e che ha mandato in estasi il popolo romanista.

Da domani testa al derby... È un lavoro continuo, sono contento del lavoro del mio staff, stiamo lavorando molto.

Ci hai sempre creduto. I tifosi erano con noi, il Barcellona era in difficoltà. Dopo un anno di lavoro conosco meglio la società e ciò che gira intorno al club. Ieri è stato lo stesso. "Alla fine è stato giusto".

Share