Piemonte, Boeti presidente del Consiglio

Share

Boeti succede alla presidenza Laus.

Mauro Laus, ex presidente del Consiglio regionale del Piemonte, ed eletto senatore (Pd) ha salutato l'aula di Palazzo Lascaris.

Rivoluzionato l'Ufficio di presidenza, a guidare l'Aula è stato eletto Nino Boeti, esponente Pd che finora aveva ricoperto il ruolo di vicepresidente.

Le surroghe, deliberate dalla Giunta per le Elezioni la settimana scorsa, sono state approvate questa mattina. Forza Italia, dove era rimasto solo Francesco Graglia, ha visto entrare al posto di Daniela Ruffino l'ex capogruppo azzurro al Comune di Torino Andrea Tronzano. E ancora, il novarese Angelo Bona al posto del capogruppo Gilberto Pichetto, il valenzano Luca Rossi al posto di Massimo Berutti, l'ex sindaco di Chivasso Andrea Fluttero (che sarà capogruppo) al posto di Claudia Porchietto, e Giuseppe Policaro al posto di Diego Sozzani.

Adesivi Anna Frank, l’ultima offesa ultrà: "Credevo fosse la figlia di Fantozzi&CloseCurlyDoubleQuote"
Tuttavia la domanda che poco dopo si sono posti è questa: " Stanno cercando di prenderci in giro o sono realmente ignoranti? ". Eppure, certi argomentazioni difensive, sono apparse troppo eccessivi agli investigatori.

Alessandro Benvenuto del Carroccio dovrebbe lasciare il posto a Benito Sinatora, leghista della prima ora.

Boeti subito dopo l'lezione ha detto: "Ringrazio i consiglieri regionali, di maggioranza e di opposizione, che oggi hanno voluto eleggermi alla presidenza dell'assemblea legislativa regionale". Le novità sono: Angela Motta (Pd) che è stata eletta vicepresidente di maggioranza e Franco Graglia (Fi) vicepresidente di minoranza.

Per questo, il coordinamento degli istituti ha scritto un'urgente lettera al presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, e ai componenti del Consiglio regionale. In questo scorcio di legislatura mi impegno ad essere il garante dei diritti di tutte le forze politiche qui rappresentate, che hanno tutte pari dignità.

Confermati Giorgio Bertola (M5S) e Gabriele Molinari (Pd) e a cui si aggiunge Walter Ottria (Mdp).

Share