Museo vende papiri perché non ha soldi. Poi l'annuncio sparisce

Share

Nell'annuncio diramato dal museo siracusano si legge che i pezzi sono "accertata provenienza, acquistati circa dieci anni fa e inediti".

Nella tarda mattinata di ieri, poi, l'annuncio è scomparso dalla home page del sito e dalla pagina Facebook. L'ente è una realtà unica al mondo, estensione naturale dell'Istituto internazionale del papiro fondato da Anna Di Natale e Corrado Basile, due nomi noti nel settore per il loro impegno nella ricerca papirologica, anche in collaborazione con il Cairo. "Certo un museo del papiro che vende i suoi papiri rende la vicenda particolarmente surreale". A rivolgersi in termini perentori al governo regione, affinché eviti la vendita finanziano le attività del Museo sono stati i deputati regionale del PD Lupo e Cafeo, dei quali pubblichiamo di seguito l'intervento.

"La Regione ci ha dimezzato di anno in anno i contributi, abbiamo bisogno di liquidità per andare avanti", scrivono dal museo nato nel 1987. E come la direttrice Anna Di Natale le ha confermato che il Museo del Papiro vende alcuni papiri per trovare fondi.

Voti Milan-Sassuolo 1-1, altro stop rossonero
Mancanza di energia? Sì, quando ci buttiamo in area dobbiamo farlo con forza e velocità e adesso un po' di brillantezza manca . Con questo pareggio il Milan raggiunge quota 52 punti, con la Fiorentina sempre più con il fiato sul collo dei rossoneri .

"Smembrare un patrimonio di tale valore sarebbe una grave perdita per la città - afferma Francesco Italia, assessore alla Cultura - Dobbiamo provare ad evitarlo, non attraverso di strumenti assistenza finanziaria, ma individuando percorsi sostenibili di valorizzazione e promozione del museo".

(CS) Palermo, 9 aprile 2018 - "La notizia che il Museo del Papiro di Siracusa ha messo in vendita 20 frammenti di papiri greci e demotici della propria collezione per autofinanziarsi ed evitare così la chiusura è gravissima ed è un grido di allarme dei beni culturali in Sicilia che non può restare inascoltato".

Share