Martina a Renzi: evitare spaccatura del Pd

Share

"Se Di Maio pensa di spaccare il Pd non ce la farà, il Pd discute ha punti di vista differenti, ma non ci facciamo comandare da qualcuno". Con diversi post la pagina Facebook Osservatorio Democratico, sostenitrice del Pd ma senza apparenti legami con il partito, ha incitato i suoi quattromila fan a condividere la richiesta di mettere alla porta del Nazareno Andrea Orlando, Michele Emiliano, Francesco Boccia e Gianni Cuperlo, rei di avere un'opinione diversa rispetto ai renziani, la cui linea è di totale chiusura al dialogo con il Movimento 5 Stelle. Il tema è il rilancio del nostro progetto, non è una questione di andare indietro o di andare oltre. Contano le coerenze programmatiche e di ideali.

Martina fa quindi l'esempio virtuoso di un circolo della periferia romana: "Penso ad esempio ai ragazzi di Laurentino 38 che organizzano nel circolo Pd ripetizione gratuite per gli studenti del quartiere. Non si governa così l'Italia". Non convince l'approccio che il primo che ci sta si governa. "Non servono conte e divisioni". Il problema e' che a volte non gli riconosciamo neanche noi e non diciamo nemmeno grazie.

Da queste buone pratiche quindi si parte. Ora invece dobbiamo valorizzare questo lavoro ed estenderlo.La mia è una funzione delicata ma anche molto importante. Anzi si riparte, consci del lavoro fatto e degli errori commessi.

Apple alimentata al 100% da energia rinnovabile
L'Apple Park , infatti, è oggi il più grande edificio per uffici del Nord America ad aver ottenuto la certificazione LEED Platinum.

Parte dalla strettissima attualità, a poche ore dalla definizione del calendario del Colle per le nuove consultazioni, il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, intervenuto questa mattina nel corso di Non Stop News, la trasmissione di informazione condotta da Fulvio Giuliani, Giusi Legrenzi e Pierluigi Diaco, in onda su Rtl 102.5 e in Radiovisione sul canale 36 del Dtt.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Share