Il "miracolo" della senatrice M5S

Share

La sua candidatura con i 5Stelle risale al 29 gennaio. Per tornare a lavoro? "Il marito Gianni, a un certo punto, è intervenuto e ha aggredito il nostro cameraman, Fabrizio Arioli", aveva racconto di Filippo Roma. No, per mettersi in ferie e girare l'Isola in lungo e in largo per la campagna elettorale che l'ha portata a Palazzo Madama. Sembrerebbe proprio di sì, secondo "Le Iene", a giudicare dall'incredibile guarigione di Vittoria Bogo Deledda, neo senatrice sarda per il Movimento 5 stelle, la cui storia è stata raccontata nell'ultimo servizio firmato da Filippo Roma. Qualche giorno fa, un testimone che è voluto rimanere anonimo, ha raccontato alla trasmissione di Italia 1 che la neosenatrice, dirigente dei servizi sociali del comune di Budoni (in provincia di Sassari), per circa un anno non si è presentata in Comune mostrando un certificato di malattia per 'stress da lavoro'.

Dai documenti del Comune ottenuti da Le Iene risulta che la senatrice sarebbe stata in malattia fino al 2 febbraio, per 243 giorni consecutivi.

E visto che Di Maio non ne sa nulla e vuole verificare prima di rilasciare dichiarazioni o prendere provvedimenti, Filippo Roma è andato direttamente dalla Bogo Deledda.

Museo vende papiri perché non ha soldi. Poi l'annuncio sparisce
Nell'annuncio diramato dal museo siracusano si legge che i pezzi sono "accertata provenienza, acquistati circa dieci anni fa e inediti".

Noi ci siamo andati a leggere che cos'è questo fantomatico "burnout": è un "processo stressogeno che interessa, in varia misura, diversi operatori e professionisti che sono impegnati quotidianamente e ripetutamente in attività che implicano le relazioni interpersonali". Sul caso si è espresso anche il leader del Movimento, Luigi Di Maio, che ha assicurato: "Accerteremo tutto".

La senatrice, dopo la messa in onda del servizio, si è difesa con un post sul suo profilo Facebook: "Tutto questo per aver lavorato troppo, non poco", ha scritto. Tutto questo per avercela fatta dopo un lungo e graduale percorso. "Tutto questo - sbotta - per essermi messa a disposizione della Politica, forte di una dura esperienza personale e professionale, pensando a chi si ammala sul lavoro e non trova vie d'uscita!".

Share