Fatture false per oltre 40 milioni di euro: 7 custodie cautelari

Share

Dopo un'attenta e complessa indagine i Finanzieri hanno svelato una truffa aggravata ai danni dell'Inps perpetrata da 23 aziende agricole tramite l'assunzione fittizia di 600 dipendenti, per un danno alle casse dello Stato di oltre 4 milioni di euro.

Le imprese presentavano all'ente previdenziale falsi contratti di affitto e/ o di comodato dei terreni riconducibili a soggetti ignati, completamente estranei alla truffa, nonchè fasulle denunce aziendali trimestrali che attestavano l'impiego mai avvenuto di operai al fine di consentire l'indebita percezione di indennità di disoccupazione, malattia e assegni familiari.

Coltivava da solo 675 piante di marijuana: arrestato un 51enne
Gli agenti hanno trovato anche un libro mastro nel quale erano indicati nomi e quantitativi che verranno ora analizzati e usati per proseguire le indagini.

Le attività investigative - sviluppatesi mediante intercettazioni di utenze telefoniche, indagini finanziarie e 20 perquisizioni locali (che interessavano le città di Livorno, Cecina, Piombino, Udine, Milano e Marsala) con relativo sequestro e analisi documentale - hanno permesso di individuare 2 società livornesi beneficiarie della frode, con un giro di falsi documenti contabili per oltre 40 milioni di euro, nonché di denunciare, quali attori degli illeciti, 40 persone fisiche. Alcuni braccianti agricoli, a fronte di una modesta situazione patrimoniale, erano in possesso di beni mobili di lusso e immobili di pregio.

Attualmente i rappresentanti legali delle imprese sono stati denunciati per falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e per truffa aggravata ai danni dell'Inps, mentre i 600 falsi braccianti agricoli sono stati segnalati per truffa aggravata in concorso col datore di lavoro fittizio. Il tutto a dimostrazione del costante presidio economico-finanziario ereditato dalla Guardai di Finanza, soprattutto in un difficile contesto socio-economico che caratterizza la Provincia di Reggio Calabria.

Share