Catania, 15 ricoverati per morbillo al Garibaldi: due pazienti sono a "rischio"

Share

"L'analisi dei dati - ha sottolineato l'assessore - indica che per entrambe le vaccinazioni siamo sulla buona strada per recuperare i non vaccinati" al fine di raggiungere la copertura del 95%, che "l'Organizzazione mondiale della Sanità indica necessaria per ottenere l'immunità di gregge, soprattutto per quanto riguarda le coorti dal 2011 al 2015".

Le percentuali sono destinate a salire, perché sono 1500 i soggetti che hanno effettuato la prenotazione per la vaccinazione prima del termine dell'anno scolastico 2017/2018. Ci sono stati recentemente due decessi causati dalle complicanze sopraggiunte a seguito del contagio con il morbillo.

Tendenza che viene registrata anche nell'Asst Lariana dove gli inadempienti al tetano sono calati di 247 unità mentre per il morbillo si è passati da 5.726 a 5.467.

"L'incontro con i direttori dei dipartimenti di prevenzione di tutte le aziende sanitarie siciliane è servito per concentrarci sulle vaccinazioni e per adottare un piano straordinario che ci consenta di smaltire il tempo di attesa delle liste per le vaccinazioni". In questo senso l'assessore regionale alla salute Ruggero Razza intende porre un argine all'aumento dei casi di morbillo rendendo più efficiente la somministrazione dei vaccini. Per far questo è previsto un aumento dei numeri dei vaccinatori in tutta la regione.

Coltivava da solo 675 piante di marijuana: arrestato un 51enne
Gli agenti hanno trovato anche un libro mastro nel quale erano indicati nomi e quantitativi che verranno ora analizzati e usati per proseguire le indagini.

L'assessore regionale ha anche annunciato uno "screening di tutto il personale sanitario affinché gli ospedali, che sono luoghi di cura, non diventino luoghi di trasmissione". Ora pare che stia diventando sempre meno una malattia pediatrica e vede invece coinvolti sempre di più gli adulti. "Per questo abbiamo pensato a un'azione di vaccinazione aperta anche a queste fasce generazionali per le quali stiamo immaginando anche un'esenzione ticket". Si considera quindi l'adozione di "un piano che coinvolga tutti gli ospedali per la presa in carico del paziente, fase che è fondamentale", informa Razza, aggiungendo che è allo studio "un protocollo che sarà esteso a tutti i pronto soccorso dell'isola". Dal ministero non è arrivata alcuna indicazione particolare.

Dopo la morte, cinque giorni fa, di un bimbo di dieci mesi all'ospedale Garibaldi di Catania (la quarta negli ultimi sette mesi), Razza ha convocato un tavolo tecnico per il monitoraggio delle vaccinazioni nell'Isola, che si è riunito ieri pomeriggio a Palermo.

Per l'assessore Razza non è necessario ricoverare tutti i malati di morbillo negli ospedali se non i casi più gravi con complicazioni per la salute aggravata proprio da questa malattia esantematica. "Penso che le aggressioni siano intollerabili e non ci sono scusanti per chi usa la violenza".

Share