Terremoto, forte scossa nelle Marche Epicentro vicino a Macerata, treni fermi

Share

Lo indica la mappa della percezione del terremoto messa a punto dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), sulla base di 590 questionari compilati finora online dalla popolazione sul sito 'Hai sentito il terremoto?'. "Stiamo controllando sia le casette che le case rimaste agibili - ha detto Baroni -". Oltre che nelle Marche, la scossa è stata chiaramente avvertita anche in Umbria. Già si sono registrate 4 lievi repliche di magnitudo 2 o 2.1.

Non svanisce l'incubo terremoto per gli abitanti del Maceratese.

Ore 8.52 - Molte repliche sismiche sono in corso. In sostanza la placca dell'Adriatico si insinua sotto la crosta che in Appennino a una profondità intorno ai 10 12 km. L'andamento descritto è ben visibile nella figura sotto, che mostra l'andamento del numero giornaliero di eventi sismici in un'area circolare di 5 km di raggio attorno a Muccia (MC) dal 23 agosto 2016 al 6 aprile 2018. I comuni più a ridosso dell'epicentro sono quelli di Pieve Torina, Serravalle di Chienti, Monte Cavallo, Pievebovigliana e Fiordimonte. La scossa di questa notte è stato 500 volte inferiore a quello di magnitudo 6,5 del 30 ottobre 2016. "E' quindi possibile che la sequenza che si è attivata nell'agosto 2016 duri ancora non meno di un anno".

Trenitalia ha deciso di sospendere in via precauzionale la circolazione lungo la linea interna Civitanova Marche-Macerata, riattivata poi in mattinata, per controllare la tenuta della struttura.

Catania, padre uccide un figlio e ferisce l'altro
La vittima è Graziano Ansaldi, mentre il fratello Aurelio è rimasto ferito ed è stato trasportato in ospedale con l'elisoccorso. L'uomo ha anche ferito gravemente con la stessa arma un altro figlio di 43 anni.

Crollato il piccolo campanile della Chiesa del '600 Santa Maria di Varano a Muccia. Si riprendono adesso i sopralluoghi per testare che la tenuta statica degli edifici sia adeguata. A riferirlo è il sindaco Mario Baroni. "È uno stillicidio contino, che ci sta snervando e che non si ferma: le scosse si ripetono da svariati giorni, anche con un'escalation nell'intensità".

Ma di "ulteriori danni rispetto a quelli già avuti" dal forte terremoto del 2016 il sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci. "Adesso sembra che la zona interessata dalla sequenza sismica si stia spostando nella zona settentrionale". La popolazione è provata, rievoca ricordi di un anno e mezzo fa che credevamo di esserci messi alle spalle. Divieto in particolare per i cittadini che ancora oggi - spiega all'ANSA - "vanno a recuperare oggetti personali dalle case inagibili". La circolazione dovrebbe riprendere alle 09.30. Vigili urbani e altre forze dell'ordine hanno avviato una ricognizione sul territorio che ha dato esito negativo. Regolarmente aperte le scuole, tutte allestite in prefabbricati antisismici.

Il capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli sta raggiungendo le Marche. La situazione continua comunque a essere monitorata.

Una scossa di magnitudo 3,3 è stata avvertita all'Aquila. Epicentro il piccolo Comune di Ocre (1000 abitanti circa) alle porte della periferia est del capoluogo di Regione. Al momento non si registrano danni a cose o persone.

Share