A Napoli poliziotti violenti contro ragazzo:video diventa virale

Share

Avvieremo "rigorosi accertamenti ai fini della valutazione di responsabilità disciplinari ed eventualmente di carattere penale". Nato a Nocera Inferiore (Sa) il 29 luglio 1965, nel 1985 ha frequentato il 2° corso quadriennale dell'Istituto Superiore di Polizia. Negli ultimi 5 anni ha diretto la Dia napoletana e anche questo è stato un periodo segnato da indagini che hanno piegato l'organizzazione mafiosa e camorristica, con arresti e sequestri di beni. "L'associazione nazionale guardie particolari giurata tutta e in primis col suo Presidente nazionale Giuseppe Alviti chiede un encomio per i poliziotti e solidarizza con loro e l'intero corpo della polizia di stato". Via Santa Brigida, ieri mattina.

Dalla ripresa dello smartphone si evidenziando quanto uno dei due inveisca verbalmente e fisicamente contro il cittadino fermato. Partono gli schiaffi da parte di entrambi. Uno degli agenti, senza proferire parola, si avvicina e lo colpisce alla testa con uno schiaffo, seguito dal collega che oltre a schiaffeggiarlo gli rivolge anche delle pesanti ingiurie gridando: "Adesso devi correre, adesso devi correr.", dice in dialetto il poliziotto che continua a colpirlo e a proferire offese. "Stavo lavorando, stavo lavorando, per favore.", replica il ragazzo. - Continua sui motociclisti - Comportamenti deontologicamente non corretti non possono offuscare la costante ed impegnativa attività di Polizia.

De Magistris: "Incontro con De Luca? Sono disponibile, decida lui"
Il Napoli oggi ha una fama mondiale, come ai tempi di Maradona, e meriterebbe uno stadio sicuramente diverso. L'ipotesi sembra remota, ora che anche il primo cittadino ha cambiato la sua versione.

"Tu te ne sei scappato, adesso ne paghi le conseguenze", si sente nel video, ripreso di nascosto da un palazzo di fronte. L'agente inizia la perquisizione e a rovistare in una busta bianca tenuta tra le mani dal giovane mentre al collega chiede di far intervenire una pattuglia.

Non sono ancora chiari i motivi che hanno scatenato la furia dei due uomini, ma potrebbero essere legati a dei problemi lavorativi.

Share