Liverpool da sogno, il City si inchina

Share

Tra le assenze pesanti nelle file del City, oltre a quelle di Stones e Mendy, spicca tra tutte quella del Kun Agüero, che non sarà della partita a causa di un problema al ginocchio.

Klopp si mostra ancora una volta la bestia nera di Guardiola: su 13 incontri sono 6 le vittorie ottenute dal tedesco nei confronti dello spagnolo.

Fulmineo. E' questa la definizione del Liverpool come questa era stata l'unica ricetta in grado di mettere in scacco il City quest'anno in Premier League. Tanto è bastato per mandare ko il City, che per un tempo ci ha capito poco e nella ripresa non è stato in grado di tirare giù il muro rosso. Insomma, per un tempo il City prova a fare la partita ma è punito, lasciando col tilt successivo al 2-0 un primo tempo Liverpool sostanzialmente da consegnare agli annali del club.

Laporte. Fatica tantissimo a contenere Salah ed è molto, molto pollo a cadere sulla finta di Firmino che porta al primo (e decisivo) gol.

Energia nucleare, il Lazio ospiterà macchina sperimentale "Dtt"
Comprensibile la soddisfazione del governatore del Lazio, Nicola Zingaretti. Sarà costruita nel Lazio, più precisamente a Frascati , alle porte di Roma.

Il City sembra sparito dal campo: Mané va vicino al tris al 26′ e lo trova cinque minuti dopo, incornando un assist di Salah con la difesa avversaria che fa le belle statuine.

Liverpool (4-3-3): Karius; Alexander-Arnold, Lovren, Van Dijk, Robertson; Milner, Henderson, Oxlade-Chamberlain (85' Moreno); Salah (53' Wijnaldum), Firmino (71' Solanke), Mané.

Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Otamendi, Kompany, Danilo; De Bruyne, Gundogan, D.Silva; Sterling, Gabriel Jesus, Sanè.

Anche il City a livello di singoli non può di certo lamentarsi; a centrocampo può contare su 3 mostri sacri del calcio mondiale: Kevin De Bruyne, İlkay Gündoğan e David Silva, che agiranno dietro l'altro tridente dei sogni: quello composto da Sterling, Gabriel Jesus, e Sanè, che insieme hanno un'età media di circa 23 anni.

Share