Il Garante blocca Vodafone: stop al telemarketing selvaggio

Share

Secondo Repubblica, il Garante ha fatto infatti notare che anche quando una persona chiamata diceva chiaramente di "non chiamare mai più", Vodafone considerava tale richiesta come una sospensione del consenso, ricontattandola poi comunque in successive campagne promozionali. "La società telefonica dovrà inoltre ridefinire le proprie procedure interne nella gestione dei dati utilizzati per le campagne promozionali", conclude il documento dell'autorità. Una valanga di messaggi promozionali inviati nell'interesse di Vodafone senza un valido consenso degli interessati.

Vodafone ora non potrà più inviare sms o effettuare chiamate per finalità di marketing a chi non abbia manifestato uno specifico consenso o abbia addirittura chiesto di non essere più disturbato con offerte commerciali.

"Le offerte commerciali indesiderate - prosegue ancora il Garante - venivano rivolte ad utenti che non avevano fornito il consenso al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing, ma anche a coloro che avevano espressamente chiesto di non essere più disturbati o di veder cancellati i propri contatti dai database di Vodafone e dei call center coinvolti".

Simona Ventura alle Maldive con Gerò: "Come un dono dal cielo"
Al primo vero scossone il nostro matrimonio è crollato". " Pronta a ripartire a testa bassa ". "Poi facciamo pace. Molti, in quest'ultimo periodo, si sono fatti questa domanda sui social .

In una nota Vodafone spiega che "a seguito delle verifiche ispettive relative alle condotte realizzate nel periodo gennaio 2016-giugno 2017" la compagnia "ha già messo in atto, a partire dall'estate 2017, misure volte ad evitare contatti indesiderati nei confronti della clientela". Con questo provvedimento, il garante spezza una lancia in favore dei clienti che fanno sempre più fatica a difendersi dal telemarketing selvaggio in cui spopolano non solo gli operatori di telefonia, ma anche banche, sistemi di informazioni creditizie, gestori di siti web, assicurazioni e aziende che producono ogni sorta di bene o servizio.

L'associazione è impegnata da anni nella lotta al telemarketing selvaggio, causa del 53% delle telefonate "spam" in Italia con una percentuale superiore del 20% rispetto al Regno Unito, ed ha contribuito con svariate denunce ed azioni giudiziarie alla decisione "storica" da parte di Enel di mettere al bando dal 1° giugno 2017 il telemarketing per la vendita dei contratti dell'energia nel mercato libero.

L'Autorità ha perciò vietato a Vodafone l'ulteriore trattamento per finalità di marketing dei dati personali in assenza del consenso espresso degli utenti e imposto di adottare in tempi brevi "tutte le necessarie misure tecnico-organizzative volte a registrare immediatamente e correttamente l'opposizione al trattamento".

Share