Monchi avverte il Barcellona: "La Roma non è spacciata"

Share

Monchi, dirigente dei giallorossi, è stato intervistato, alla vigilia della gara di Champions League di Barcellona, dalla testata 'El Periodico': "Quando si arriva ai quarti, non ci sono avversari facili".

"Siamo consapevoli della nostra forza, di avere una grande squadra e possiamo battere chiunque, ma la Roma è una squadra difficile da affrontare, molto compatta e che ci metterà in difficoltà".

"Ovviamente, a livello di percentuali, il Barcellona è nettamente favorito. - ha ammesso il dirigente della Roma - Ma mi piace pensarla come Montella dopo che il sorteggio ha abbinato il Siviglia al Bayern Monaco: 'Se c'è una possibilità dell1%, noi combatteremo'". "Parliamo di una squadra di qualità, che sia in Champions che in Serie A quest'anno ha fatto vedere ottime cose. L'affronteremo con entusiasmo perché vogliamo passare il turno e arrivare in semifinale". "Spero prima poi si possa tornare alla normalità". Il risultato è stato che si è pensato più a Messi che a Pulgar, più a Suarez che a Palacio, più al Camp Nou che al Dall'Ara. Così come Messi, per noi è un giocatore fondamentale. A centrocampo torna Sergio Busquets che farà coppia con Rakitic mentre più larghi dovrebbero agire Iniesta e Dembelè.

A questa domanda molti, tra cui Guardiola, rispondono sempre: "Perché hanno Messi, che è il migliore".

Non ci influenzerà, perché sappiamo che la Roma resta una buona squadra.

Messaggio social della moglie di Conti per Carlotta Mantovan
Con la morte di Fabrizio Frizzi , tanti sul web hanno voluto dedicare al presentatore un messaggio di addio o un suo ricordo. Per loro l'intero corpo di ballo si è impegnato in una coinvolgente coreografia in bianco.

È evidente che lei abbia analizzato il gioco del Barcellona per anni.

Quello che ci interessa è quello che dobbiamo vincere, perché finora non abbiamo vinto nulla.

"Ho ricevuto un'offerta dal Manchester City, ma non ero d'accordo ad accettare, c'era il progetto della Roma e l'atteggiamento del club e dell'allenatore è stato importante per me". "Per gli stessi motivi che vedono tutti, no?" E' un giocatore troppo importante per la Roma e già in passato ha dimostrato di avere una capacità di recupero muscolare fuori dal comune e per questo partirà dal primo minuto.

Mi aspetto lo stesso stadio che ci ha sostenuto contro il Chelsea.

Se sarà convocato, giocherà.

Share