Telegram cresce ancora, malgrado i down: oltre 700.000 nuovi utenti al giorno nell'ultima settimana

Share

Poco conto per il malfunzionamento che nella giornata del 29 marzo 2018 ha mandato in crash l'intera piattaforma Desktop e Mobile Telegram. Gli utenti hanno segnalato malfunzionamenti dalle ore 10:30 di stamane.

L'app di messaggistica russa, primo rivale della più famosa applicazione dall'icona verde, da questa mattina è down in Europa, Medio Oriente e in Russia. Su Twitter, l'azienda ha pubblicato questo messaggio: "Stiamo cercando di capire il problema e speriamo di tornare online da voi presto". In uno dei suoi ultimi tweet - precedente al problema di ieri - il creatore del servizio, Pavel Durov, ha rivelato che gli utenti continuano a crescere a ritmi vertiginosi, soprattutto nelle ultime settimane.

Secondo i dati che sono stati forniti dai principali fornitori di servizi di analisi del traffico dati, la maggior parte delle segnalazioni di scorretto funzionamento di Telegram sono provenienti da Ucraina, Russia, Bielorussia, Germania e Italia.

Roma senza Under, Di Francesco spiega: "Ha qualche problema"
Il ragazzo si era infatti bloccato con la selezione di Mircea Lucescu, per poi comunque scendere in campo e segnare. Lo faccio anche da calciatore, che per me è sempre un hobby, mentre la cosa più importante è vivere bene.

La app Telegram, tra le prime a introdurre la crittografia per proteggere la riservatezza delle comunicazioni, nei giorni scorsi aveva annunciato di aver raggiunto i 200 milioni di utenti.

In termini statistici, ciò significa che gli utenti iscritti a Telegram sono cresciuti del 70% rispetto allo scorso anno, con una crescita che sembra inarrestabile - nonostante i già citati disservizi.

Share