Referendum Venezia-Mestre il 30 settembre

Share

Il 30 settembre prossimo sarà la giornata della consultazione referendaria per i cittadini del comune di Venezia, chiamati ad esprimersi sulla richiesta di separazione in due nuove realtà amministrative comunali: Venezia e Mestre. Non c'entrano le elezioni politiche appena concluse, piuttosto sarà un referendum consultivo che interesserà la Regione Veneto per decidere se dichiarare o meno l'autonomia di Venezia da Mestre - quest'ultima finora parte della prima, ma si trova sulla terra ferma -. La data di questo appuntamento per i cittadini è stata annunciata dal governatore Luca Zaia (foto in alto).

Serie B: il Foggia vince all'ultimo minuto, battuto il Cesena
Con un gol al 95' di Fabio Mazzeo il Foggia s'aggiudica l'anticipo della 31^ giornata del campionato di Serie B ai danni del Cesena .

Ha detto poi di non essere tenuto a sostenere nè le ragioni del "sì" nè le ragioni del "no", in quanto l'amministrazione regionale di cui è ha capo "ha l'obbligo di non interferire in queste partite". "Non faremo nessuna campagna né per il sì, né per il no per dar modo ai cittadini interessati di potersi esprimere nella più assoluta libertà". Forse: il Tar si riunirà il 21 marzo per stabilire se il referendum s'ha da fare o no. Una questione posta dal sindaco di Venezia e della città metropolitana Luigi Brugnaro che ha presentato quattro ricorsi (due per ciascun ente che governa) contro gli atti del Consiglio Regionale che hanno dato il via libera alla consultazione. Se il referendum, invece, è indetto solo per separare Venezia da Mestre, non ci sono indicazioni di legge. La posizione di Zaia gli è chiara, ma vorrebbe capire "che tipo di persone vogliamo che gestiscano le cose".

Share