Oggi è il Pi Greco Day, si festeggia da trent'anni

Share

"Il Pi Greco e' una costante matematica che rientra in moltissime leggi della fisica e ha innumerevoli applicazioni pratiche: e' fondamentale per calcolare le orbite dei satelliti, per prevedere l'andamento dei mercati finanziari e per studiare la propagazione delle onde elettromagnetiche con cui comunicano gli smartphone", spiega Anna Maria Paganoni, docente di statistica al Politecnico di Milano. Forse ricordate anche la sua definizione: il pi greco è il rapporto tra la lunghezza della circonferenza di un cerchio e quella del suo diametro.

In occasione della giornata mondiale di Pi greco, festeggiata in tutto il mondo il 14 marzo, l'Università di Pisa celebra la famosa costante matematica con un'iniziativa al Museo degli Strumenti del Calcolo dal titolo 'Girotondo su Pi greco tra formule e racconti'.

In molti si staranno chiedendo ma a cosa serve il Pi Greco?

Aprilia, Ivano Beggio è morto. Lanciò Valentino Rossi e Max Biaggi
Ma Ivan Beggio era anche uno scopritore di talenti, a partire da Valentino Rossi e Max Biaggi , che iniziarono proprio sotto la sua ala protettrice.

"Pi greco day" è un evento organizzato dal Miur per "festeggiare" la matematica in modo attivo e ludico, per far amare di più la scienza dei numeri, arricchire i processi di logica dei bambini mediante giochi ed attività interattive, per favorire ed attivare processi di cooperative learning anche nel problem solving. Nella geometria euclidea la somma degli angoli interni di un triangolo misurata in radianti è uguale a Pi greco, invece nelle geometrie non euclidee la stessa somma può variare e questo dimostra che si tratta di una costante matematica, e non di una costante fisica. Sebbene i matematici moderni abbiano calcolato più di un trilione (un milione alla terza) di cifre decimali che vanno oltre lo standard (e comunemente utilizzato) "3.14", pi è un numero irrazionale che continua all'infinito.

Google ha deciso di modificare il proprio logo, con una versione artistica di esso, per rendere omaggio al Pi greco, il 14 marzo 2010 e il 14 marzo 2018. 22/7, infatti, è, sin dai tempi di Archimede, una nota frazione che approssima il valore di Pi greco, ovvero 3,14. Ecco un piccolo trucco. La scelta della data è dovuta alla grafia anglosassone del numero 3.14, ovvero 3/14 che indica l'approssimazione ai centesimi di pi greco.

Share