Noto (Siracusa) - Minaccia di sfregiarla con l'acido perché e lesbica

Share

Una storia tragica che ha sconvolto tutti quella accaduta a Cisterna di Latina il 28 febbraio scorso: Luigi Capasso, carabiniere, ha sparato con la pistola d'ordinanza alla moglie dalla quale si stava separando, Antonietta Gargiulo, per poi barricarsi in casa ed uccidere le sue due figlie, Alessia e Martina, rispettivamente di 13 e 8 anni, togliendosi successivamente lui stesso la vita. La madre avrebbe iniziato ad importunarla telefonicamente per convincerla a ritornare sui suoi passi anche inviando messaggi dal contenuto offensivo e velatamente intimidatorio.

Nella giornata di ieri, agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Noto, hanno denunciato una donna residente a Noto, per il reato di atti persecutori. Infine l'avrebbe minacciata di far uso dell'acido per sfregiarla il viso e di investirla con l'auto. L'ultimo episodio qualche giorno fa: la donna si sarebbe recata nell'esercizio commerciale dove la figlia era stata assunta da poco e avrebbe urlato contro i titolari dicendo di licenziarla perché altrimenti avrebbe fatto una scenata.

Convocata in ufficio la persecutrice veniva denunciata e diffidata dall'avvicinarsi alla figlia.

Milan, vittoria allo scadere con il protagonista che non ti aspetti
In mezzo ottima la prova di Biglia , approssimativi Kessié e Bonaventura . "Mi è scattata l'ignoranza" si scusò poi Rino. Ennesima prestazione da incorniciare per il centrale di Anzio, che si mostra sicuro nella coppia difensiva con Bonucci .

Interviene sulla vicenda di cronaca il presidente di Arcigay Siracusa, Armando Caravini: "Rimaniamo sempre basiti dalla crudezza di alcune situazioni". Questa ragazza sta subendo da anni i maltrattamenti di una madre che non accetta la figlia.

"Essere omosessuali è solo un modo di essere, non una scelta e tanto meno un voler offendere gli altri".

Share