Instagram e Snapchat rimuovono il supporto a Giphy

Share

Ora, l'app di photo sharing più popolare al mondo, si prepara a ben altri cambiamenti. Tra venerdì e sabato scorso i dirigenti dei due social hanno eliminato la funzione gif e hanno annunciato che il provvedimento continuerà ad essere attivo fino alla fine delle indagini avviate per fare chiarezza sul caso.

Una scelta decisamente strana, visto anche il successo che ha coinvolto le GIF all'interno delle Storie, ormai piene di piccole e simpatiche immagini animate. GIPHY ha detto di avere rimosso la gif appena è stata scoperta. Giphy è un portale libero e gratuito, in cui qualsiasi utente comune può caricare GIF di propria creazione e condividerle con altri utenti. L'eliminazione sarebbe una conseguenza di un GIF a sfondo razzista. Ed il motivo della rimozione delle GIF dai due più importanti social network di foto sharing è scaturito proprio da una GIF caricata ed utilizzata poi sulle Stories considerata di sfondo razzista.

Anche Direct - intesa come messaggeria e non applicazione a parte - verrà coinvolta nelle prossime novità calendarizzate per Instagram: considerando che anche i commenti alle Storie appaiono in questo canale, lo staff di Kevin Systrom ha pensato di dedicarvi un restyling con l'aggiunta di nuove opzioni che dovrebbero semplificarne l'utilizzo.

Morto Stephen Hawking, ha raccontato i buchi neri
Tali problemi non fermarono i suoi studi anche grazie all'uso di un sintetizzatore vocale che fu ideato apposta per lui. Per l'interpretazione dello scienziato inglese, Eddie Redmayne ottenne l'Oscar come migliore attore protagonista.

La gif in questione è stata segnalata da diversi utenti, in quanto appariva tra i primi risultati dopo aver ricercato la parola "crime" (crimine).

Come mai sono state sospese le GIF? . Come noto, il 25 Maggio del 2018 entrerà in auge il nuovo regolamento comunitario sul trattamento dei dati personali (GDPR) e, in vista di tale circostanza, mutuando una decisione già presa per WhatsApp, anche Instagram consentirà a breve di ricevere - in mail - un archivio compresso contenente non solo tutti i dati personali che la piattaforma conosce di noi, ma anche tutto ciò che si sia condiviso sulla medesima. A causa di quanto scoperto, sia Instagram che Snapchat hanno deciso di sospendere l'integrazione con Giphy sino a che il problema non sarà risolto.

Share