Serie A al 45′: Juve avanti, Lazio con il freno. Crotone boom!

Share

I bianconeri sono attesi da un duplice impegno casalingo che potrebbe riconsegnare le chiavi del campionato nelle mani di Massimiliano Allegri.

Si cambia, ma con giudizio. Il mister mi aveva chiesto come stavo oggi e gli ho detto che stavo bene. Fra le fiammate più pericolose quella che poco dopo metà tempo ha visto protagonista Higuain, ancora in veste di rifinitore, che dalla destra ha lasciato partire un traversone rasoterra forte sul quale in scivolata non è arrivato il neo entrato Matuidi, e quella a poco più di dieci minuti dal termine quando Dybala dall'interno dell'area ha battuto di potenza a rete trovando la deviazione in corner del portiere. I ritmi calano vistosamente con l'Udinese che non ha le capacità per bucare la difesa di una Juventus che si limita a controllare ed a non sprecare troppe energie in vista del recupero. Queste partite vanno affrontate con più personalità, a loro basta poco per farti male e infatti hanno segnato alla prima occasione. Ha parato un rigore a Gonzalo Higuain e non ha commesso nessun errore. Ora il terzultimo posto è distante 9 lunghezze, l'Udinese non dovrebbe correre grossi pericoli da qui alle ultime 11 giornate ma forse è il caso di non rilassarsi troppo, non ci vuole poi così tanto per essere risucchiati nella lotta per non retrocedere. Sta crescendo di partita in partita. La sfida è sempre su noi stessi, per cercare di continuare a vincere dobbiamo alzare l'asticella: "difficile per chi vince da 6 anni, ma si può". Unica pecca il rigore sbagliato. Ora la squadra di Allegri è chiamata al sorpasso sul Napoli in campionato. Sul dischetto al 38' va Higuain ma Bizzarri si supera intercettando il pallone e mandandolo in corner.

Allegri conferma Dybala e Douglas Costa a supporto di Higuaín, in mediana ritorna Marchisio con Khedira e Sturaro ai lati, mentre in difesa Rugani è al fianco di Chiellini.

Vaccino, copertura del 95%. Rezza: "Obiettivo raggiunto"
L'esavalente (difterite, tetano, epatite B, influenzae haemophilus B, polio, pertosse) aveva toccato quota 93 % che è considerato dagli esperti molto basso.

La profondità della rosa in queste gare sta sicuramente venendo fuori: "Le risposte sono state buone da parte di tutti: da parte di Marchisio, Sturaro, De Sciglio, Rugani - precisa Allegri - Per arrivare in fondo abbiamo bisogno di tutto il gruppo".

Ecco le parole di Paulo Dybala ai microfoni di Sky dopo la sua doppietta decisiva nel 2-0 finale.

Share