Sarri: "Per lo scudetto cercheremo di rompere i coglioni fino alla fine"

Share

L'allenatore del Napoli ha parlato dopo lo zero a zero contro i nerazzurri.

Il tecnico nerazzurro si trovava in Toscana per ricevere il premio Albano Aramini, il più importante riconoscimento sportivo della città: "Qualsiasi premio ti riempie di felicità e di cose belle, segno che stai lavorando bene". Se ci preoccupa il Milan?

Maurizio Sarri perde punti e anche lo stile. Per la verità più all'Inter che al Napoli, visto che i nerazzurri rimangono vicini alla zona Champions. I partenopei fanno subito la partita, ma per 45' non si vedono occasioni: l'Inter è attenta a contenere, l'undici di Sarri non sfonda.

Palinsesti Mediaset 2018: torna la serata dei Telegatti
Vitali ha fornito pochi indizi: "Siamo felici e molto emozionati di tornare con i Telegatti dopo dieci anni ". In quest'occasione, la giornalista Rosanna Mani ha presentato il libro " Telegatto ".

Due tiri in porta sono troppo poco per le abitudini di Hamsik e compagni, dilaganti nel possesso palla ma alla fine meno pericolosi dell'Inter, che costruisce meno ma colpisce un palo con Skriniar e si conferma l'unica squadra imbattuta contro le rivali della prima metà della classifica. Giocatore che è stato offerto diverse volte all'Inter dal suo agente, ma non è ritenuto idoneo al gioco di Luciano Spalletti. Infatti, se la coppia di centrali ha dimostrati ancora una volta solidità e impassibilità, gli esterni Hysaj e Mario Rui hanno avuto difficoltà nel contenimento dei propri uomini in marcatura, e solo la giornata storta dell'ex Borussia Dortmund non ha permesso al Napoli di subire parecchie imbucate dal lato di Hysaj.

Il primo brivido per il Napoli lo crea al 37' Candreva, più con la corsa verso l'area che con il destro sbilenco, ma il vero pasticcio rischia di combinarlo Gagliardini, con un'entrataccia a centrocampo su Mertens che merita forse più dell'ammonizione decisa da Orsato. Ma occorre ammettere che il copione, più o meno e con qualche piccola variazione, è lo stesso da sette anni. L'Inter gioca da squadra fino alla fine e se continuerà a farlo, sa non di trovarsi sempre il Napoli da avversario. "Non abbiamo concretizzato, ma in termini di applicazione ed attenzione la squadra ha fatto molto bene".

Share