Napoli, Sarri: "Scudetto? Non siamo obbligati a vincerlo"

Share

Volto sportivo di Canale 21 da diversi anni, con uno stile sempre professionale e competenza universalmente riconosciuta, di recente è stata eletta segretario dell'ODG Campania con delega alle pari opportunità e ai rapporti con le tv. Lo scivolone sessista non è passato inosservato alla rete che si è scagliato contro il tecnico dei partenopei. Sono tanti i colleghi a prendere posizione e a schierarsi contro le parole di Sarri, dall'ODG al SUGC e successivamente anche l'USSI e l'USSI Lombardia, tutti a stigmatizzare il comportamento dell'allenatore del Napoli. "Mi ha chiesto - racconta Improta - se fossi permalosa e io gli ho risposto che non lo sono ma che lui non si può permettere di usare espressioni del genere".

Secondo quanto riporta invece calciomercato.it, Sarri si sarebbe poi andato a scusare con la giornalista insieme al capo della comunicazione del Napoli, Nicola Lombardo. Gli ho fatto notare che era un'uscita inopportuna e che non poteva permettersi di dichiarare certe cose davanti a tanti microfoni. Stimo Sarri e mi è molto simpatico, per questo ho capito il tono ingenuo della sua battuta, ma resto dell'opinione che non si possa rispondere in questo modo.

Fermo: anziana trovata morta in casa dal figlio, era legata al letto
L'ho trovata sul letto in pigiama mani e piedi legati: " me l'hanno ammazzata " ha dichiarato il figlio della donna. Drammatica scoperta nelle scorse ore in un'abitazione del comune di Montegiorgio , in provincia di Fermo .

L'Unione Stampa Sportiva Campana ha ricordato a Sarri che "tra i doveri di un allenatore c'è quello di mantenere un atteggiamento corretto nei confronti degli organi di informazione anche nei momenti di rabbia, concitazione e frustrazione professionale". "A telecamere spente - aggiunge Ottavio Lucarelli, presidente dell'Ordine - Sarri si è poi scusato, ma rimane la gravità della sua risposta che segna non solo il gergo volgare dell'allenatore, ma il suo disprezzo verso la stampa e verso le donne". Insomma, per i due "contendenti" la contesa è già terminata.

Share