La bufala di Striscia la Notizia su Vittorio Sgarbi "inventore" delle code ai Caf per il reddito di cittadinanza

Share

Dal filmato pare che sia stato proprio Vittorio Sgarbi a dare il via alla diffusione della notizia.

Vittorio Sgarbi contro Striscia la Notizia: il servizio di ieri sera sulla notizia delle file ai Caf per il reddito di cittadinanza ha fatto infuriare il critico d'arte. Poi entra nel merito di quanto visto nel fuorionda: "Sarebbe bastato contestualizzare la telefonata tra me e il mio ufficio stampa per comprendere come non stessimo 'confezionando' un bel nulla, ma, al contrario, commentando la notizia delle file al Caf per il reddito di cittadinanza - pubblicata da numerosi organi di stampa nazionali e regionali e diffusa da numerose reti televisive - concordando, quindi, di rilanciarla, con toni ironici sui nostri profili social, cosa che, peraltro, com'è facilmente verificabile, non abbiamo più fatto proprio per le notizie contraddittorie che si susseguivano". Intanto Striscia si chiede chi è questo personaggio e se qualcuno è in grado di identificarlo. Le richieste ai CAF non sono quello che si dicono Ippolito e Sgarbi al telefono: i due parlano di falsi moduli per il reddito di cittadinanza (ovvero, dello scherzo che in quelle stesse ore girava già su Whatsapp) e non di quanto accaduto a Giovinazzo. La storia è diventata un caso politico e infine Luigi Di Maio, leader del Movimento 5 Stelle (autore della proposta del reddito di cittadinanza), l'ha smentita bollandola come fake news. Cosa è successo è cosa ormai nota: si è parlato di un afflusso inatteso di cittadini in questi uffici per chiedere informazioni su come ottenere il reddito di cittadinanza, ma ciò è impossibile visto che il Movimento 5 Stelle è lontano dal formare un governo, anche se ha vinto le elezioni politiche.

Amministrative in Sicilia, si vota il 10 giugno (e ballottaggi il 24)
In Sicilia le elezioni amministrative si terranno il 10 giugno , gli eventuali ballottaggi due settimane dopo, il 24. A Siracusa l'uscente Giancarlo Garozzo (Pd) cercherà la conferma.

Nel servizio, del programma di Antonio Ricci Striscia si vede un fuorionda di Sgarbi che parla al telefono con "un misterioso personaggio" che gli dice: "Domattina volevo fare un post di questi ironici... così gli inondiamo il sito internet di... no, no, dico una cosa ironica volevo scrivere così: da oggi sono in distribuzione 1000 euro presso i circoli del Movimento 5 Stelle". E il critico d'arte risponde: "Si, si fallo!". I suoi social media sono stati però invasi da insulti di sostenitori dei Cinque Stelle, che c'hanno creduto.

Share