Amministrative in Sicilia, si vota il 10 giugno (e ballottaggi il 24)

Share

In Sicilia le elezioni amministrative si terranno il 10 giugno, gli eventuali ballottaggi due settimane dopo, il 24.

A Catania sono quattro i candidati: l'uscente Enzo Bianco (Pd), l'eurodeputato Salvo Pogliese (Fi), il presidente regionale della comunità di Sant'Egidio Emiliano Abramo (lista civica 'E' Catanià) e il consigliere comunale Riccardo Pellegrino di Fi, ma con la lisa civica 'Catania nel cuore', prosciolto da un'inchiesta antimafia.

A Messina il sindaco uscente Renato Accorinti sfiderà il deputato regionale Cateno De Luca, la leghista Marina Trimarchi, il candidato del centrodestra Giuseppe Frischitta, e Daniele Santi Zuccarello sostenuto da una lista civica.

Barcellona, l'incubo di André Gomes: "Mi vergogno a uscire di casa"
A volte può succedere che una grande cifra spesa da una squadra per un giocatore possa finire per danneggiare il giocatore stesso. Nei primi sei mesi le cose sono andate molto bene, poi tutto è cambiato. "Non riesco più a godermi quello che faccio".

In quest'ottica si stanno riunendo in queste ore i tavoli di discussione cui prendono parte tutte le anime e le diverse sensibilità del Partito, per individuare il percorso più utile e idoneo all'elaborazione di una proposta programmatica complessiva e a una candidatura condivisa e competitiva che possa vincere le elezioni di primavera. C'è chi lavora però a ricompattare il centrodestra attorno al nome di Giovanni Mauro, che ha fallito l'elezione alle recenti politiche. A Siracusa l'uscente Giancarlo Garozzo (Pd) cercherà la conferma. Il M5s ha già lanciato Silvia Russoniello. Sonia Migliore, sostenuta da una lista civica potrebbe godere anche del sostegno di "Diventeràbellissima", il movimento fondato dal presidente della Regione Nello Musumeci.

La direzione si è autoconvocata per venerdì prossimo per valutare le risultanze del lavoro svolto dalla delegazione e per dare il definitivo via libera alla lista dei candidati del Pd al prossimo Consiglio comunale.

"Con il voto gli elettori - si dice - hanno voluto richiamare ancora l'attenzione sulle emergenze della disoccupazione, della sicurezza e del disagio sociale".

Share