Vaccino, copertura del 95%. Rezza: "Obiettivo raggiunto"

Share

Parola di Gianni Rezza, direttore del Dipartimento malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità, che sottolinea all'Adnkronos Salute come "i dati definitivi arriveranno entro un mese".

"Per l'esavalente siamo sopra il 95% dei bimbi vaccinati, quindi la soglia fatidica che permette l'immunità di gregge è stata raggiunta". L'esavalente (difterite, tetano, epatite B, influenzae haemophilus B, polio, pertosse) aveva toccato quota 93% che è considerato dagli esperti molto basso. Coloro che hanno rifiutato le vaccinazioni sono circa 30 unità. "Perché i vaccini sono innanzitutto un diritto". "Impossibile quantificare esattamente il numero - spiega direttore scolastico provinciale di Cagliari, Luca Cancelliere - ma le segnalazioni che ci giungono dai dirigenti scolastici sono tante. Per tale motivo chiediamo oggi alle Procure di tutta Italia di aprire inchieste sul territorio verificando eventuali abusi da parte delle Asl e accertando se le minacce di alcune scuole possano configurare il reato di violenza privata".

Juve, Allegri: "Giocano Asamoah, De Sciglio e Szczesny"
Si comincia parlando dei convocati per l'Udinese: "Ci sono due squalificati, Alex Sandro e Bernardeschi ". Juve sorpasso Napoli? "Dobbiamo pensare alla sfida di domani, dovremo cercare di prendere i tre punti".

Sabato scorso è scaduto il termine a disposizione delle famiglie per mettere in regola i figli con le nuove disposizioni sulle vaccinazioni e si stanno registrando decine di situazioni nel Paese - dal Nord al Sud - in cui ai bimbi vengono sbarrate le porte di asili e scuole materne, nei casi in cui genitori siano sprovvisti della certificazione dell'avvenuta vaccinazione o della prenotazione in una Asl. "Si tratta di quattro differenti casi - spiega la dirigente Elvira Tonti - due in via di risoluzione perché provocati da una semplice dimenticanza che sarà risolta già da domani". In Sicilia, invece, presidi e i dirigenti scolastici potranno accogliere i bambini non vaccinati fino al 31 marzo: la proroga è stata decisa dall'assessore regionale alla Formazione, Roberto Lagalla.

Share