Pd: Lega governi con chi ha stesse idee

Share

Lo fa per delusione, per rabbia, perché gli altri, a suo dire, l'avrebbero tradita, perché vuole veder dimezzati gli stipendi dei parlamentari e aboliti i vitalizi, perché la classe dirigente di cui un tempo si fidava l'ha profondamente delusa, perché sostiene che abbia rovinato l'Italia, non meno dei giornalisti, e anche qui c'è da restare sconcertati se si confronta la durezza di ciò che dice con il garbo e la pacatezza con le quali si esprime. E sulla discussione per la scelta dei vertici dei due rami del Parlamento.Formazione del governo: M5s e Centrodestra aprono al Pd. Tuttavia, le limitazioni a questa trama sarebbero la determinazione del capo del Carroccio ad assumere la guida politica e governativa del suo schieramento - le dichiarazioni del pomeriggio immediatamente successivo alle urne parevano illustrarlo già come Primo Ministro incaricato -, e l'apparente inflessibilità del M5S a modificare i nomi della compagine presentata la scorsa settimana.

Questa è la linea che sarà confermata lunedì in segretaria pd, o c'è la possibilità che passino posizioni alla Emiliano favorevoli a una alleanza coi 5 Stelle? .

Dato che le attese siano stati praticamente rispettate - un tripudio annunciato del Movimento 5 Stelle, un'imponente affermazione della Lega nella coalizione di Centrodestra, e un sonoro capitombolo del Partito Democratico di Renzi e dei fuggiaschi dallo stesso -, l'impalcatura del futuro arco parlamentare offre un'ulteriore opportunità per riflettere sulla causa principe della mancanza di una maggioranza: la totale ambiguità e l'elevata dannosità dell'attuale sistema elettorale.

Ascoli: aggrediti Parlati e Venditti al rientro da Venezia
I due stavano rientrando nelle rispettive abitazioni nel centro storico della città, reduci dalla trasferta di Venezia finita con la sconfitta dell'Ascoli per 1-0.

"A me sembra che questa sia la linea condivisa completamente all'interno del partito, tranne qualche piccola eccezione".

Quanto al Pd, spiega: "Noi staremo all'opposizione, dove l'Italia ha chiesto di stare al partito che ha perso le elezioni". Bene, allora che governino loro e vediamo cosa sanno fare. "Ma certo è che noi non domandiamo nulla".

Share