Mourinho: "Mai visto il Milan come il più grande rivale"

Share

Una cosa è il protocollo, una è la realtà. Lo seguo in Italia e in Portogallo e l'ho avuto in una mia partita: in quest'ultima occasione non mi è piaciuto, una cosa è il protocollo ed un'altra è la realtà.

Il centrale serbo ha poi parlato della stagione dei Red Devils sotto la guida di José Mourinho: "Il campionato ormai è difficile, ma la Champions si potrebbe vincere".

110 anni di Inter? Questi anni senza titoli sono di transizione e bisogna accettarli con tranquillità e con speranza. Da tifoso fanno soffrire, cerco sempre di seguire i risultati anche quando non posso vedere le partite. E poi non dev'esserci un minuto di interruzione specie nelle partite importanti, ma il VAR è per gli errori evidenti. E questo per me è un grande orgoglio.

Pioli: "Davide era speciale, porteremo avanti i suoi insegnamenti" Sport
A me piace stimolare la squadra dicendo spesso: "Cercate di allenarvi e giocare come fosse l'ultima volta che potete farlo". Ecco, a Davide queste cose non le ho mai dette perche' con lui non c'era bisogno.

Ti aspetti la vittoria della Juventus contro il Tottenham? Allenerei l'Italia? No, perchè in Italia ci sono tanti allenatori bravi e se ne vuoi prendere uno di ogni fascia ci sono, ci sono tanti tecnici di qualità e non credo ci sia bisogno di un tecnico straniero. A Wembely dopo i primi minuti nessuno si aspettava che avrebbero potuto vincere.

Con Conte tutto risolto? Tornato allo United il francese non è stato in grado di ripetere quanto fatto con la Juve, tanto che il rapporto con la società e con Mourinho si è inclinato e le basi per la permanenza in Inghilterra al momento sembrano non esserci.

Share