Montecorvino Rovella, evade dai domiciliari per un mal di denti. Arrestato

Share

Si è aggravata la posizione del 41enne di Riposto, sottufficiale della Marina Militare in servizio ad Augusta che la notte del 26 febbraio scorso ha tentato di aggredire nel cuore della notte la moglie, provando ad abbattere il portone di casa.

Era stato arrestato nella notte di lunedì mentre tentava di mettere a segno un furto ai danni dell'osteria Ae Botti alla Giudecca, in piena violazione degli arresti domiciliari. Il giovane alcuni mesi fa era stato raggiunto da un provvedimento di divieto di avvicinamento alla donna ma, nonostante ciò, ha continuato a tempestarla di telefonate, l'ha pedinata e l'ha sottoposta a vessazioni fisiche e psichiche e l'ha minacciata, provocando nella donna - che nel frattempo è andata via di casa in cui i due abitavano - uno stato di ansia e inducendola a cambiare le proprie abitudini di vita. Il giudice ha convalidato l'arresto ripristinando l'originaria misura dei domiciliari.

Taranto, pensionato 83enne trovato strangolato nella sua abitazione
La vittima si chiamava Mario D'Amato , un ex idraulico, non si conoscono le circostanze che avrebbero portato all'omicidio. Probabilmente l'anziano è stato strangolato dopo una lite.

Il sottufficiale era stato preso in carico dal Sert di Giarre e aveva richiesto e ribadito la volontà di essere collocato in una comunità terapeutica; proprio quando era giunta la disponibilità da parte di una comunità di Mazara del vallo ad accoglierlo, è scattata ieri la misura di aggravamento della custodia che ha poi comportato il suo trasferimento nel carcere di piazza Lanza.

L'arrestato, dopo le formalità di rito e su disposizione del Tribunale di Marsala, veniva tradotto presso la casa circondariale di Trapani.

Share