Grigliate al cimitero nell'orario di lavoro e furti: 15 arresti

Share

Spogliavano i cadaveri dei preziosi lasciati all'interno del feretro.

Rubavano i gioielli e persino i denti d'oro dai cadaveri, arrivando anche a organizzare delle grigliate tra le tombe.

Blitz contro il racket delle estumulazioni nei cimiteri di Torino. Associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, falsificazione di atti, peculato, distruzione e soppressione e sottrazione di cadavere, ricettazione, concussione: questi i reati di cui dovranno rispondere gli arrestati, operatori in servizio al Cimitero Parco di via Pancalieri a Torino, che organizzavano anche grigliate al camposanto in orario di lavoro.

Bisceglie, furgone contro muretto: morti 2 fratelli, 25enne arrestato per omicidio stradale
Per i due non c'è stato nulla da fare, sono morti sul colpo, inutile l'intervento dei sanitari del 118. A perdere la vita due fratelli, Carmine e Sergio Di Ceglie di 56 e 53 anni originari di Bisceglie.

L'indagine trae origine dalla denuncia sporta il 26 ottobre 2016 da Michela Favaro, amministratore delegato di A.F.C. Torino spa, che aveva segnalato comportamenti ritenuti illeciti ad opera di alcuni operatori cimiteriali in servizio presso il cimitero.

Durante le indagini i carabinieri hanno riscontrato che gli operatori cimiteriali percepivano indebitamente somme di denaro da privati per lo svolgimento delle attività del loro ufficio, si impossessavano di beni sottratti a cadaveri e inoltre c'era un'attribuzione illecita di indennità. I necrofori godono invece di un'indennità aggiuntiva di 20 euro a testa per tale operazione, spesso incassata ingiustamente perché i controlli effettuati hanno dimostrato che quasi sempre i cadaveri erano scheletrizzati.

Share