Morte Davide Astori, l'addio e il dolore di Francesca Fioretti

Share

Nella giornata di giovedì 8 marzo, dopo i funerali a Firenze nella Basilica di Santa Croce, la salma di Davide Astori verrà trasferita a San Pellegrino Terme nella Chiesa Parrocchiale dove alle ore 20.30 si terrà un momento di preghiera.

Davide Astori: svolta l'autopsia. Domani camera ardente nel Centro tecnico di Coverciano

E' poi intervenuto il fratello che ha espresso il suo dolore, ma lasciando trapelare tutto il suo immenso amore con queste righe: "Non ci sono tante parole: dicevo sempre a lui che quando facevano le interviste diceva sempre le stesse cose, quindi faccio la stessa cosa anche io".Lo ha detto, con la voce rotta dal pianto, Marco Astori, fratello di Davide, prendendo la parola alla cerimonia funebre del capitano della Fiorentina. L'arrivo è stato accolto da un applauso della folla che si è radunata nella piazza per dare l'ultimo saluto al capitano della Fiorentina scomparso domenica scorsa, poi un silenzio commosso. Davide tu sei semplice, diretto, pragmatico. Dono di pochi eletti. Fa sentire al sicuro pensare: "Tanto c'è Davide". Un grande ragazzo, un professionista esemplare e un compagno di squadra insostituibile. Tu, designer di fama mondiale e calciatore nel tempo libero, come ti amavi definire. "Non lo conoscevo personalmente, ma la sua morte ci ha sconvolti letteralmente, per noi che siamo nel mondo del calcio". I primi ad arrivare nella Chiesa di Santa Croce sono stati i dirigenti della Fiorentina, la squadra di cui era capitano il giovane. La sua vita spezzata da un male misterioso richiami tutti noi a prenderci cura della vita degli altri, soprattutto dei più deboli e dei più miseri.

Cagliari - Lazio nel ricordo di Astori: il tributo della Sardegna Arena
Burdisso decise così di indossare il 16, lo stesso che poi portò per tuta la sua avventura tra le fila della Benamata. Dopo aver vestito la numero 13 nella prima parte della stagione, Romagna passerà dunque al 56.

Share