Juve, Allegri alla tv inglese: "Non voglio pescare il Barcellona"

Share

SUI CAMBI - "Ho cambiato perché c'era bisogno di giocatori con caratteristiche diverse, ho messo Alex Sandro più avanti e Asamoah dietro". L'hanno vinta i ragazzi, sotto 1-0 potevamo allungarci invece così non è stato. Nel primo tempo abbiamo sofferto sulle palle perse, dove loro erano micidiali nel ripartire. Sabato abbiamo dato una svolta, ora siamo contenti per il passaggio del turno e abbiamo tre possibilità per dare un'impronta al campionato, una mazzata. Contro l'Udinese bisogna vincere. La Juventus, al netto di stasera, stava conducendo un'ottima stagione.

Sui sogni della Juventus.

I quarti di finale di Champions League 2017-2018 si disputeranno in aprile 2018. Sono sempre Real Madrid e Barcellona le favorite della Champions. Soprattutto lo svizzero si è rivelato di fondamentale importanza, con il cross per il gol del pareggio di Higuain e tante sgroppate nel finale per mantenere il pallone. Prima frazione di gioco condizionata dal calcio di rigore non fischiato ai danni di Douglas Costa, ma giusto sottolineare che i bianconeri non hanno mai tirato in porta.

Torino. A Borgo Vittoria spara alla moglie poi si toglie la vita
Ignoti i motivi del gesto ma non si esclude possa essere legato alla malattia della donna. La nuora che ha chiamato è la moglie del figlio della signora che è morto due anni fa.

Sul livello della Juventus. "Non siamo ciechi, ci accorgiamo quando non giochiamo bene e sappiamo che non basta solo il risultato, quindi dobbiamo lavorare per migliorare".

"La Juve ha giocato nove finali nella sua storia, non è diventata grande in Europa da tre anni". Le finali possono andare male ma è una società cresciuta molto.

La partita di questa sera assume dunque gli aspetti di una grande prova di responsabilità da parte di mister Allegri e dell'intero sistema Juventus che a giugno arriverà presumibilmente a fine ciclo. "Segreti non ce ne sono, la sfida è con noi stessi, dobbiamo metterci in discussione tutti i giorni".

Share